Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/346 - CAMPI/30: IL GOLF CLUB ACAYA

Nel cuore del Salento un percorso ricco di fascino e sorprese


VERNOLE (LE) - Siamo nel Salento, nel Leccese, una bella, generosa terra. Una lunghissima teoria di ulivi fa guida per arrivare all’elegante resort “Double Tree by Hilton Acaya”, inserito nel verde della macchia mediterranea, 100 ettari di pregiata vegetazione spontanea....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, coppia di malviventi arrestati

SI SPACCIANO PER TECNICI DEL GAS: TENTATO FURTO IN CASA DI UNA 90ENNE

Rocambolesco inseguimento con tuffo nel canale per sfuggire alla Polizia


TREVISO - In zona Fiera, una pattuglia delle Volanti, in servizio di pattugliamento del territorio per la prevenzione dei reati predatori, è intervenuta presso l’abitazione di una 90enne per un tentativo di furto.
La donna ha raccontato ai poliziotti che poco prima aveva bussato alla sua porta un ragazzo che si era qualificato come operatore della società del Gas, chiedendo di poter visionare il relativo contatore.
La donna, con difficoltà di deambulazione, vittima dei raggiri dell’uomo, lo ha accompagnato nel luogo dove si trovava il contatore del gas. Dopo aver dato una breve occhiata, lo stesso ha iniziato a spostarsi, senza permesso, nelle altre stanze della casa. La donna, a fatica, è riuscito a raggiungerlo in cucina dove questi le ha chiesto di aprire il rubinetto. Insospettita da tali richieste, l’anziana ha cercato con una scusa di allontanare il giovane e una volta rientrata in cucina si è accorta che alcuni cassetti erano aperti.
Nel frattempo, l’uomo è riuscito a darsi alla fuga, senza riuscire a sottrarre nulla, probabilmente richiamato dal complice insospettito dalla presenza, non molto distante, di un vicino di casa. Anche grazie alle descrizioni fornite dalla donna e dai vicini di casa i poliziotti sono riusciti immediatamente ad identificare lo scooter con il quale l’uomo si è dato alla fuga con il suo complice. Rintracciati nella zona di via Montello, ne è nato un rocambolesco inseguimento a piedi, durante il quale i malviventi, con inaudita violenza, hanno scagliato contro i poliziotti i propri caschi, pietre e addirittura un cartello stradale, che hanno divelto nella fuga .
Per far perdere le proprie tracce, infine, i malviventi si sono buttati in un canale. Uno dei poliziotti non ha esitato a buttarsi nell’acqua, dove con molta fatica è riuscito a bloccare il soggetto. Subito dopo l’altro poliziotto, seppur rimasto ferito dal casco scagliatogli contro durante l’inseguimento, è accorso in aiuto, contribuendo a farli uscire dall’acqua alta, anche se il soggetto ha continuato a porre una violenta resistenza.
Portato in Questura, ed identificato, il giovane, nato a Torino, classe 1994, risultava già con numerosi precedenti di polizia e complice nel tentativo di furto. Il malvivente è stato arrestato per tentato furto, resistenza e lesioni ai poliziotti. Sono stati ritrovati in possesso dell’arrestato numerosi attrezzi atti allo scasso, sottoposti a sequestro. Sono in corso indagini da parte della Squadra mobile per identificare l’uomo che ha fatto ingresso nell’abitazione della vittima e di ulteriori eventuali complici.