Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE GI GOLF/354: VA A DECHAMBEAU IL TORNEO DEDICATO AD ARNOLD PALMER

Molinarii, vincitore nel 2019, non supera il taglio


FLORIDA (USA) - Continua la corsa in Florida del PGA Tour. Il torneo in atto a Orlando, è l’Arnold Palmer a invito, in cui il nostro Francesco Molinari è il protagonista, tra i più prestigiosi. Una gara che l’azzurro ha già vinto nel 2019, dopo una hole in...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/353: UOMINI & DONNE, SETTIMANA DI GRANDI TORNEI

Si sono giocati Wgc e PortoRico Open e Gainbridge Lpga


STATI UNITI - Questa settimana il PGA si sdoppia, mette in campo il World Golf Championships a Bradenton in Florida, e il Puerto Rico Open a Rio Grande in Porto Rico. Oltre a questi due, ad attrarre l’attenzione c’è il secondo evento stagionale del massimo circuito americano...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/352: FINALE A SORPRESA AL GENESIS, HOMA VINCE AL SUPPLEMENTARE

Il beniamino di casa supera all''ultimo giro Burns, sempre in testa


LOS ANGELES (USA) - Era alla 95esima edizione questo torneo del PGA Tour, a cui hanno partecipato ben otto tra i migliori dieci giocatori al mondo. Si è disputato al Riviera Country Club, nel Temescal Gateway Park, situato entro i confini della città di Los Angeles; un territorio...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Non si riescono a monitorare poche caserme"

POZZA: "I FATTI DI JESOLO E TREVISO DANNEGGIANO LA NOSTRA ECONOMIA"

Il presidente della Camera di commercio critica la gestione dei focolai


TREVISO - "I fatti di Jesolo e di Treviso ci fanno tornare indietro e ci fanno preoccupare». Lo ha detto oggi il presidente di Unioncamere Veneto, Mario Pozza, aprendo la presentazione dei dati della indagine congiunturale dell'Osservatorio regionale veneto sul turismo, a Treviso. Il riferimento è all'individuazione di focolai di Covid-19 nelle strutture che ospitano richiedenti asilo nella località balneare e nel capoluogo della Marca
Trevigiana. "Noi - ha aggiunto Pozza - abbiamo fatto i bravi e ci hanno rincorso con i quad, le gazzelle e gli elicotteri. Ma non si riescono a monitorare le poche caserme trasformate in centri di accoglienza. Forse - ha detto ancora - potremmo fare una colletta per dare al governo gli strumenti per controllare". Secondo Pozza "ha ragione il sindaco di Treviso nel chiedere allo Stato i danni perché si susseguono le disdette e l'impresa ha bisogno di certezze. I focolai non arrivano dal mondo imprenditoriale - ha concluso - ma da ambienti esterni e mi auguro che lo Stato si comporti allo stesso modo dei responsabili delle aziende sotto il profilo della sicurezza"