Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE GI GOLF/354: VA A DECHAMBEAU IL TORNEO DEDICATO AD ARNOLD PALMER

Molinarii, vincitore nel 2019, non supera il taglio


FLORIDA (USA) - Continua la corsa in Florida del PGA Tour. Il torneo in atto a Orlando, è l’Arnold Palmer a invito, in cui il nostro Francesco Molinari è il protagonista, tra i più prestigiosi. Una gara che l’azzurro ha già vinto nel 2019, dopo una hole in...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/353: UOMINI & DONNE, SETTIMANA DI GRANDI TORNEI

Si sono giocati Wgc e PortoRico Open e Gainbridge Lpga


STATI UNITI - Questa settimana il PGA si sdoppia, mette in campo il World Golf Championships a Bradenton in Florida, e il Puerto Rico Open a Rio Grande in Porto Rico. Oltre a questi due, ad attrarre l’attenzione c’è il secondo evento stagionale del massimo circuito americano...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/352: FINALE A SORPRESA AL GENESIS, HOMA VINCE AL SUPPLEMENTARE

Il beniamino di casa supera all''ultimo giro Burns, sempre in testa


LOS ANGELES (USA) - Era alla 95esima edizione questo torneo del PGA Tour, a cui hanno partecipato ben otto tra i migliori dieci giocatori al mondo. Si è disputato al Riviera Country Club, nel Temescal Gateway Park, situato entro i confini della città di Los Angeles; un territorio...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La difesa: "Domande inviate a nostra insaputa"

TRE CONSIGLIERI REGIONALI DEL VENETO RICHIEDONO IL BONUS

Nella bufera i leghisti Barbisan, Forcolin e Montagnoli


VENEZIA - Anche tre consiglieri regionali del Veneto nella bufera del bonus Inps. Ad aver richiesto il sussidio da 600 euro destinato ai lavoratori autonomi in difficoltà per l’emergenza Covid sono stati il veneziano Gianluca Forcolin, il trevigiano Riccardo Barbisan e il veronese Alberto Montagnoli, tutti e tre esponenti della Lega.
Forcolin, di Musile di Piave, vicepresidente della giunta regionale ed assessore al Bilancio, ha spiegato che la domanda per il bonus è stata presentata dallo studio commercialistico di San Donà, di cui è socio, venendo peraltro respinta.
Anche Barbisan, 35enne vicecapogruppo del Carroccio a palazzo Ferro Fini, ha spiegato che la pratica è stata avviata d’ufficio dal suo commercialista a sua insaputa. Quando si è visti accreditati sul conto corrente i 600 euro relativi al mese di marzo, ha ribadito, e ha capito a cosa corrispondessero, ha dato ordine al professionista da non ripetere la richiesta per i successivi mesi e il giorno dopo ha versato la somma nel fondo istituito dal Comune di Treviso (Barbisan è anche consigliere comunale nella sua città) per i cittadini in ristrettezze economiche. Montagnoli, presidente della prima Commissione Affari Istituzionali della Regione, si è giustificato affermando che il bonus è stato richiesto dalla moglie.
La ricandidatura dei tre alle elezioni regionali del prossimo 20-21 settembre, finora data pressoché per certa, ora è in dubbio. Il governatore Luca Zaia, ancor prima che i nomi fossero resi noti, aveva ribadito che se il fatto fosse stato confermato, per i responsabili sarebbe scattata l’esclusione dalle liste, ormai in chiusura (la presentazione è prevista per martedì prossimo).
Anche il vicesegretario nazionale della Lega, Lorenzo Fontana, ha affermato “Non possiamo accettare comportamenti immorali da parte dei nostri iscritti”, spiegando che la decisione verrà presa solo dopo aver incontrato i consiglieri e ascoltato le loro ragioni.