Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Lo storico albergo di Treviso ha annunciato la chiusura a giugno

HOTEL CA' DEL GALLETTO, ARRETRATI E INCENTIVO ALL'ESODO PER 9 ADDETTI

Raggiunto l'accordo con la Filcams Cgil


TREVISO - Con il raggiungimento dell'accordo sindacale, si è chiusa la vertenza del Ca’ del Galletto, lo storico hotel trevigiano che nelle scorse settimane ha cessato l'attività. Secondo l'intesa firmata con il sindacato Filcams Cgil di Treviso, la proprietà si impegna a pagare tutte le spettanze arretrate, un incentivo all’esodo e la rateizzazione del Tfr in sei mesi. “La situazione non era delle più semplici ma siamo riusciti ad arrivare a un valido accordo con un riconoscimento economico per i nove lavoratori che abbiamo assistito. Ora per queste figure professionali però bisogna programmare dei percorsi di formazione e di ricollocamento nel mercato del lavoro", afferma il segretario generale della FILCAMS CGIL di Treviso Alberto Irone.

“Dentro lo scudo del Decreto Rilancio, ovvero del blocco dei licenziamenti, siamo riusciti a gestire questa particolare situazione dettata dalla decisione della proprietà di Ca’ del Galletto di chiudere l’attività alberghiera – spiega il segretario generale della FILCAMS CGIL di Treviso –. Non è stato semplice ma siamo riusciti per i 9 lavoratori che abbiamo assistito nel corso di questa delicata vertenza di arrivare alla firma di un accordo che contempla un incentivo all’esodo oltre all’impegno della proprietà a pagare tutte le spettanze arretrate e a liquidare entro sei mesi il Tfr accantonato”.

“Un accordo che prevede dunque un riconoscimento economico ai lavoratori dopo la doccia fretta del licenziamento con il rischio di fallimento della struttura alberghiera – aggiunge Alberto Irone –. Ora per loro che, insieme ai lavoratori di Villa Nenzi e dell’Hotel Scala, sono tra i primi 40 addetti del settore turistico che hanno perso il lavoro a seguito dell’emergenza sanitaria, di concerto con le Associazioni di categoria attraverso l’azione degli enti bilaterali, si dovranno aprire dei percorsi di ricollocamento e di formazione, al fine di non perdere le professionalità che il turismo della Marca ha da sempre espresso in termini di qualità degli standard dei servizi alberghieri e ricettivi”.