Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Tra i partecipanti anche i nipoti di una residente roncadese: abbraccio di famiglia

DAL PIEMONTE A RONCADE IN BICICLETTA PER PROMUOVERE LA MOBILITÀ SOSTENIBILE

Fa tappa nella cittadina trevigiana il tour "Vento lento"


RONCADE - Ha fatto tappa a Roncade “Vento Lento”, un tour del Nord Italia in bicicletta promosso dal Comune di Pianezza (Torino) e dall’Associazione Italiana Giovani Parkinsoniani finalizzato a valorizzare la mobilità sostenibile. Nel gruppo, partito da Pianezza, uno dei componenti è affetto dal morbo di Parkinson. Tra i partecipanti un'intera famiglia: papà Antonio Garzena con la moglie Paola, originaria proprio di Roncade, e i tre figli Magda, Francesco e Tommaso. Perciò ad essere particolarmente felice ad accogliere la figlia Paola con tutta la sua famiglia è stata, oltre a tutta la famiglia Porcellato, nonna Antonietta, che ha così potuto abbracciare i nipoti.
Il percorso ha visto tappe a Chivasso, Casale, Pavia, Piacenza, Cremona, Mantova, Rovigo, Chioggia, Venezia e Roncade. Come nelle altre città, il gruppo ha portato un appello alle varie amministrazioni per sostenere la creazione di nuove piste ciclabili in modo da mettere tutti nella possibilità di usufruirne. L'obiettivo inoltre è di promuoverne l'utilizzo e la manutenzione grazie anche alla collaborazione tra enti.
Ad accogliere i ciclisti e a portare il saluto del sindaco e di tutta l’amministrazione comunale, sono stati il vicesindaco Sergio Leonardi con i consiglieri comunali Monia Favaro, Angela Davanzo e Federico Bianco. “La vostra impresa - ha dichiarato Leonardi - rappresenta la forza di volontà e la tenacia che assumono particolare significato per la partecipazione solidale di tutta la famiglia. Siete un esempio positivo di condivisone e resilienza per quanti hanno avuto modo di incontrarvi e conoscervi. Avete inoltre sensibilizzato le amministrazioni incontrate alla possibilità di maggior autonomia con una mobilità sostenibile che possono disporre anche le persone con disabilità e quindi l’utilità delle piste ciclopedonali, anche in rete per lunghi percorsi come quello che avete sostenuto voi nei 680 Km percorsi.”
Un appello quello del gruppo che l'amministrazione ha raccolto con piacere, essendo da sempre impegnata nella promozione dell'inclusione e della mobilità lenta.  “Un percorso che crea un movimento positivo – ha chiuso Leonardi - oltre che a favorire la mobilità lenta e sostenibile anche per le persone con disabilità, può cambiare anche le sorti dell’economia dei nostri paesi meno toccati da altre forme di turismo”.
Il progetto della ciclovia VenTo sarà un percorso ciclabile turistico per collegare Torino con Venezia, spezzone italiano dell’EuroVelo 8, nato da un’idea del Dipartimento di Architettura e Pianificazione del Politecnico di Milano. Il tracciato è di circa 680 Km lungo il Po.

Galleria fotograficaGalleria fotografica