Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
SETTIMANA CON TANTI PROTAGONISTI ITALIANI, IN EUROPA E IN AMERICA

o Scottish Open, il Marathon LPGA Classic, il Challenge Tour, il Symetra Tour


Francesco Molinari, e altri sette azzurri sono a North Berwick, per il secondo torneo 2021 della Serie Rolex, l’Aberdeen Scottish Open.A far compagnia a Francesco ci sono Guido Migliozzi, Edoardo Molinari, Francesco Laporta, Renato Paratore, Nino Bertasio, Lorenzo Gagli e Andrea Pavan. Questi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/353: UOMINI & DONNE, SETTIMANA DI GRANDI TORNEI

Si sono giocati Wgc e PortoRico Open e Gainbridge Lpga


STATI UNITI - Questa settimana il PGA si sdoppia, mette in campo il World Golf Championships a Bradenton in Florida, e il Puerto Rico Open a Rio Grande in Porto Rico. Oltre a questi due, ad attrarre l’attenzione c’è il secondo evento stagionale del massimo circuito americano...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/352: FINALE A SORPRESA AL GENESIS, HOMA VINCE AL SUPPLEMENTARE

Il beniamino di casa supera all''ultimo giro Burns, sempre in testa


LOS ANGELES (USA) - Era alla 95esima edizione questo torneo del PGA Tour, a cui hanno partecipato ben otto tra i migliori dieci giocatori al mondo. Si è disputato al Riviera Country Club, nel Temescal Gateway Park, situato entro i confini della città di Los Angeles; un territorio...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Coronavirus a Treviso, misure cautelari per alcuni ospiti

ARRESTATI 4 MIGRANTI NELL'EX CASERMA SERENA

Le accuse: sequestro di operatori, saccheggio e devastazione


TREVISO - Gli agenti della Digos, insieme al personale della Squadra Mobile e ad altri rinforzi, hanno dato esecuzione alla misura della custodia cautelare in carcere a carico di quattro cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale, tutti ospiti dell'ex caserma Serena di Casier.
La misura cautelare è stata disposta in seguito agli episodi di violenze avvenuti all'interno della struttura gli scorsi 11 e 12 giugno, date in cui è scoppiata la rivolta da parte di alcuni ospiti dopo che è stato trovato un caso di positività al Covid.
In quella circostanza vari ospiti avevano dato vita ad una violenta reazione in seguito alla diffusione della notizia relativa alla positività da Covid-19 di una fra le persone residenti nella ex struttura militare con conseguente obbligo di dimora per tutti i presenti.
Alcuni fra gli operatori della cooperativa di gestione erano stati costretti a rifugiarsi in una stanza dalla quale sarebbe stato impedito loro di uscire a lungo mentre si sarebbero registrati casi di danneggiamento di arredi e suppellettili, oltre alla forzatura di un distributore automatico di snack e bevande al fine di prelevarne il contenuto. La protesta fu connotata anche dal lancio di sassi ed altri oggetti, fra cui una bicicletta, verso le forze dell’ordine. Il provvedimento è stato eseguito dalla polizia. I reati loro contestati sono quelli di sequestro di persona, devastazione e saccheggio in concorso. Sulla base delle prove ottenute nelle ultime settimane la Digos, su indicazione della PM dott.ssa Andreatta, il GIP dott. Zulian ha disposto l'arresto di: O.C. 23enne della Costa d'Avorio; T.A. 26enne del Gambia; S.A. 31enne del Senegal e T.M. 35enne del Mali.