Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Questa sera, alle 20.45, incontro a Pieve di Soligo

OLTRE 900 KM CON LE STAMPELLE, L'IMPRESA DI ANDREA DEVICENZI ARRIVA NELLA MARCA

L'atleta paralimpico sta percorrendo la via Postumia da Grado a Genova


PIEVE DI SOLIGO - L’atleta paraolimpico Andrea Devicenzi, sarà ospite questa sera (lunedì 31 agosto) del comune di Pieve di Soligo, in un incontro organizzato dall’amministrazione comunale in collaborazione con alcune Andrea Devicenziassociazioni culturali della zona. Noi gli abbiamo chiesto di raccontarci la storia della sua travagliata vita: “All’età di 17 anni, in seguito ad un incidente stradale in sella alla mia moto, perdo per sempre la mia gamba sinistra. Pratico sport dall’età di 5 anni: calcio, ciclismo e triathlon. Oggi sono Sport & Life Coach e Formatore Esperienziale, dopo una lunga esperienza in campo siderurgico come dipendente. Svolgo incontri in aziende, squadre sportive e scuole. Inseguo ogni giorno al mia mission, nel supportare e aiutare le persone a riscoprire dentro di sé le proprie Risorse e portarle nella vita di tutti i giorni. Nel 2010 sono stato il primo amputato di gamba della storia a raggiungere in sella ad una bici, la vetta del KardlungLa in India, a quota 5.602 metri. Un’avventura estrema che mi ha avvicinato alle prove di endurance nel ciclismo, ma non solo. Nel 2011 ho partecipato all’Olimpiade delle Randonnèe, la Parigi/Brest/Parigi, manifestazione di 1.230 chilometri. Con un tempo massimo di 80 ore a disposizione, ho battuto ogni record tagliando il traguardo in 72 ore 2 e 42 minuti. Nel 2013, da due anni nella Nazionale di Paratriathlon, ho vinto in Turchia la Medaglia d’Argento ai Campionati Europei di Triathlon, in cui ho affrontato la fase di corsa con le stampelle, grazie ad una tecnica che ho ideato e perfezionato. Nel 2016 ho affrontato per la prima volta un’avventura in completa solitaria in Perù. Ho percorso oltre 1.200 chilometri in sella alla mia bici da Lima a Cusco e successivamente con le mie inseparabili stampelle, gli 80 chilometri dell’Inca Trail in 4 giorni nelle Ande, per raggiungere il sito archeologico del Machu Picchu. Nel 2018 ho fondato la DueDue srl, un’azienda L'atleta con Luisa Pilonetto, fan che lo segue da tempo dedicata alla produzione di ausili medici per migliorare le performance di atleti e la vita di tutti i giorni delle persone. Trent’anni di esperienza in un unico progetto, grazie alla collaborazione di aziende leader in ogni settore, per realizzare e produrne una tipologia di prodotto al momento inesistente sul mercato”. E continua: “Sempre nel 2018 percorro con la mia gamba e le mie stampelle la Via di Francesco, a piedi. 500 chilometri dal Santuario de La Verna fino a Roma in 22 giorni. Nel 2019, raddoppio la sfida dell’anno precedente, percorrendo i 1.000 chilometri sempre a piedi della Via Francigena del Nord dalla Valle d’Aosta fino a Roma dove venni ricevuto anche da Papa Francesco. Il 22 agosto di quest’anno, ho iniziato un’altra impresa quella di percorrere a piedi la strada “Postumia” che da Grado porta a Genova, visitando alcune terre Unesco ed alcune zone colpite dalla pandemia del covid19. Percorso con 47 tappe di 930 km. che, salvo imprevisti dovrebbe terminare il 22 ottobre” (martedì 1 settembre l’atleta raggiungerà Treviso).
L’appuntamento di questa sera a Pieve di Soligo, sarà condotto dalla giornalista Adriana Rasera, al Cinema Careni, con inizio alle 20.45.
Diego Berti