Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il duro lavoro dietro a un calice di Prosecco

AL VIA LA "VENDEMMIA EROICA" SULLE COLLINE UNESCO

Irti pendii e raccolta del Glera a mano: la tradizione continua


FARRA DI SOLIGO - Al via la vendemmia eroica sulle colline Patrimonio Unesco, paesaggio apprezzato in tutto il mondo per la sua conformazione particolare. E proprio in questo territorio, a Farra di Soligo, tra Valdobbiadene e Conegliano, avviene la cosiddetta “vendemmia eroica” nella quale produttori locali e contadini si “arrampicano” nel vero senso della parola tra i filari, sulle così denominate “rive”, per raccogliere i frutti della terra.
Lavoro duro, e molta cura nella raccolta dell’uva di tipo Glera, grappolo per grappolo.
Una raccolta fatta a mano, che richiede uno sforzo triplo rispetto alla vendemmia nei territori pianeggianti. Una vera e propria impresa che fa parte della tradizione locale, in cui ci si spacca letteralmente la schiena per arrivare poi a produrre un vino eccezionale: il Prosecco Superiore DOCG.
Viti centenarie, colline scoscese, e pendii che regalano, dopo la fatica della vendemmia, un prodotto di altissima qualità. E proprio qui, con la Vendemmia eroica, ci si può guadagnare la tipologia “Rive” in etichetta, che sta a simboleggiare la particolare provenienza dell’uvaggio, la posizione ben specificata del vitigno, e il duro lavoro che sta dietro ad ogni sorso di ottimo Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore.