Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/341: COME FUNZIONA LA QUALYFING SCHOOL?

Alla scoperta dei tornei che promuovono alle competizioni maggiori


TREVISO - Questa settimana andiamo a vedere da vicino come funziona la “Qualifying School”, la serie di tornei dell’Alps Tour che promuovono i talenti mondiali a ottenere la “carta” che permette di partecipare alle competizioni, e come sono regolate le classifiche...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/340: L'AUGUSTA MASTERS INCORONA DUSTIN JOHNSON

Insolita collocazione autunnale per l'ultimo major


AUGUSTA - Un Masters Tournament insolito, giocato a metà novembre anziché ad aprile, non primo, ultimo major. L’autunno propone tutt’altra scenografia rispetto al clima primaverile quando l’Augusta in Georgia ama fare sfoggio di un mare di fiori: distese di...continua

Attualità
PILLOLE DI GOLF/339: FRANCESCO MOLINARI, AL RIETRO, È 15° A HOUSTON

Carlos Ortiz regala al Messico un successo dopo 40 anni


HOUSTON (USA) - Francesco Molinari è tornato in campo per partecipare al Vivint Houston Open, torneo del PGA Tour in programma sul par 70 del Memorial Park Golf Course di Houston in Texas. Qualcuno lo definisce “la gara dei grandi ritorni”. Tra i più attesi, oltre a...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il ritorno alle gare dopo il lockdown

ALESSANDRO FABIAN, OTTIMA PRESTAZIONE A KARLOVY VARY

Il campione padovano è 13esimo nella tappa della World Cup in Repubblica Ceca


PADOVA - Dopo mesi di attesa ed incertezza, sono riprese ufficialmente le gare del triathlon internazionale. Partenza con i Campionati del Mondo di Amburgo, e poi lo scorso fine settimana è stata la volta di Karlovy Vary, storica tappa del circuito World Cup. Alessandro Fabian si è piazzato al tredicesimo posto, a un minuto e mezzo dal vincitore Vincent Louis, risultando così il miglior azzurro in gara. Una prestazione che fa ben sperare e segna un netto miglioramento rispetto a una settimana fa, quando Fabian aveva chiuso 40esimo ad Amburgo staccato di due secondi sempre dal campione francesce.
Ma ci sono ancora grandi margini di miglioramento, soprattutto nella corsa verso le Olimpiadi di Tokyo: “Tornare dopo uno stop così lungo non è mai facile. Ad Amburgo avevo sentito un po' di emozione e non ero riuscito a dare il massimo, questa volta è stato diverso e sono molto soddisfatto - ha dichiarato il campione padovano – Ci tenevo a fare bene a Karlovy Vary, una gara che conosco bene dove ero già andato due volte sul podio in passato. Questo weekend è stato molto proficuo, venivo da una settimana di alti e bassi dopo Amburgo ma alla fine sono riuscito a migliorarmi ed è quello che conta”.
Fabian guarda sempre avanti e punta già al prossimo obbiettivo, la Coppa del Mondo in Sardegna il 10 e 11 ottobre: “C’è ancora molto lavoro da fare, io ho bisogno di gareggiare tanto per prendere il ritmo, e quindi è un peccato che la stagione volga al termine proprio mentre sto ritrovando la forma. Però è un anno particolare, quindi già tornare alle gare è stato un grande successo”. Piccoli segnali di normalità per Alessandro, che ormai è entrato stabilmente nell’élite del triathlon internazionale, e che punta alla terza Olimpiade consecutiva in Giappone: “Resta il mio sogno più grande e lo inseguirò fino alla fine”.