Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/336: SCOTTISH CHAMPIONSHIP NEL SEGNO DI ADRIAN OTAEGUI

Il basco travolge gli avversari con un gran giro finale


FIFE (SCOZIA) - Questo evento di Scozia è a ridosso del 77° Open d’Italia, in programma dal 22 al 25 ottobre, al Chervò Golf Club San Vigilio di Pozzolengo (BS). Molti dei giocatori che sono in gara qui, parteciperanno poi all’ Open d’Italia. Nel field troviamo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/335: FRANCESCO MOLINARI TORNA IN CAMPO IN NEVADA

Il torinese, però, esce al taglio, vince Martin Laird


LAS VEGAS (USA) - Dopo una pausa di sette mesi, Francesco Molinari torna in campo. Lo fa con lo Shriners Hospitals for Children Open, sul tracciato del TPC Summerlin, a Las Vegas in Nevada. Si era fermato il 12 marzo, quando il The Players Championship era stato bloccato per l’emergenza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/334: AL GOLF CLUB LIGNANO IL CAMPIONATO AIGG

L'appuntamento clou della stagione dei giornalisti golfisti


LIGNANO - Il Campionato individuale è notoriamente l’appuntamento più importante della stagione per i membri dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti (AIGG). Nel 2020, condizionato dal Covid 19, sono saltati molti incontri, rivestiva quindi particolare spessore...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sale la tensione nell'azienda metalmeccanica con stabilimenti a Ferrara e Castelfranco

BERCO, SCIOPERO PER L'INTERA GIORNATA DI GIOVEDÌ

I sindacati proclamano lo stato di agitazione


CASTELFRANCO VENETO - Come discusso nelle assemblee sindacali dello scorso 18 settembre, le vicende legate alla Thyssenkrupp – Berco preoccupano le lavoratrici e i lavoratori e necessitano di assunzione di responsabilità da parte della Direzione aziendale nelle discussioni con le Rsu e le organizzazioni sindacali.
I sindacati, in particolare, ritengono non rinviabile un confronto serio sulle prospettive produttive dell’azienda e chiedono garanzie su livelli produttivi e prospettive industriali,  organizzazione della produzione e del lavoro chiarendo una volta per tutte la strategia collegata ai diversi impianti produttivi. Non è accettabile una logica per la quale ogni attività può essere mantenuta oppure esternalizzata in base a mere logiche economiche del momento, con lo smantellamento di impianti ancora funzionanti e senza garanzie per il futuro complessivo degli stabilimenti. Infine, sul mantenimento degli attuali livelli occupazionali.
"In un quadro di profonda incertezza per le scelte assunte dalla Direzione aziendale non è pensabile che venga utilizzata la scadenza della contrattazione aziendale per fare cassa con i soldi delle lavoratrici e dei lavoratori - scrivono in un comunicato le segreterie provinciali di Treviso e Ferrara di Fiom Cgil, Fim Cisl e uim Uil -  È inaccettabile il comportamento di una Direzione aziendale che lascia il tavolo perché la Rappresentanza sindacale non accetta la logica di tagliare complessivamente salari e diritti in nome del falso mito del 'cambiamento'".
Per queste ragioni, in forza del pieno mandato ricevuto dalle lavoratrici e dai lavoratori in assemblea, i sindacati hanno proclamato lo stato di agitazione e un primo sciopero di 8 ore per l’intera giornata di giovedì 24 settembre.
"Le future iniziative di sciopero - continua la nota -  verranno organizzate e comunicate di volta in volta dalla Rsu".