Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/346 - CAMPI/30: IL GOLF CLUB ACAYA

Nel cuore del Salento un percorso ricco di fascino e sorprese


VERNOLE (LE) - Siamo nel Salento, nel Leccese, una bella, generosa terra. Una lunghissima teoria di ulivi fa guida per arrivare all’elegante resort “Double Tree by Hilton Acaya”, inserito nel verde della macchia mediterranea, 100 ettari di pregiata vegetazione spontanea....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"2 bambini contagiati su 3.322: è eccessivo chiudere"

NELLA MARCA 19 CLASSI IN QUARANTENA PER COVID

Benazzi: "Bisogna cambiare la normativa e fare test rapidi a scuola"


TREVISO - Chiudere le scuole della Marca e tenere i ragazzi in quarantena sono misure eccessive stando ai dati raccolti fino ad oggi. Al momento sono 19 le classi in quarantena nel Trevigiano, con 3322 bambini e ragazzi sottoposti a tampone, ma i contagiati sono pochissimi: solo 2. Secondo le linee guida basta un caso sospetto per chiudere una classe, ha affermato il Direttore generale dell’Ulss 2 Francesco Benazzi, che chiede di rivedere la norma e poter utilizzare il tampone rapido antigenico direttamente in classe, in modo da avere un risultato immediato ed evitare di fermare l’attività scolastica.
Una normativa rigida che va rivista, perché non ha senso bloccare un bambino e una famiglia non appena si presenti un po’ di tosse o rinite, obbligando i pediatri a prescrivere subito il tampone.
Il dottor Roberto Rigoli, direttore della Microbiologia di Treviso, punta sui test rapidi, risultati affidabili al 99% perché eseguiti al momento, processati entro 15 minuti dalla raccolta del campione. Ciò va a cambiare notevolmente il risultato, che si dimostra estremamente preciso, evitando falsi positivi o falsi negativi.

Galleria fotograficaGalleria fotografica