Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/336: SCOTTISH CHAMPIONSHIP NEL SEGNO DI ADRIAN OTAEGUI

Il basco travolge gli avversari con un gran giro finale


FIFE (SCOZIA) - Questo evento di Scozia è a ridosso del 77° Open d’Italia, in programma dal 22 al 25 ottobre, al Chervò Golf Club San Vigilio di Pozzolengo (BS). Molti dei giocatori che sono in gara qui, parteciperanno poi all’ Open d’Italia. Nel field troviamo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/335: FRANCESCO MOLINARI TORNA IN CAMPO IN NEVADA

Il torinese, però, esce al taglio, vince Martin Laird


LAS VEGAS (USA) - Dopo una pausa di sette mesi, Francesco Molinari torna in campo. Lo fa con lo Shriners Hospitals for Children Open, sul tracciato del TPC Summerlin, a Las Vegas in Nevada. Si era fermato il 12 marzo, quando il The Players Championship era stato bloccato per l’emergenza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/334: AL GOLF CLUB LIGNANO IL CAMPIONATO AIGG

L'appuntamento clou della stagione dei giornalisti golfisti


LIGNANO - Il Campionato individuale è notoriamente l’appuntamento più importante della stagione per i membri dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti (AIGG). Nel 2020, condizionato dal Covid 19, sono saltati molti incontri, rivestiva quindi particolare spessore...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'incontro a Treviso agli Spazi Bomben

NELLA MENTE NERA DI UN INCISORE: OMAGGIO A PIRANESI

Un'occasione per scoprire l'arte incisoria e l'opera di Livio Ceschin


TREVISO - Martedì 29 settembre alle ore 18 la Fondazione Benetton Studi Ricerche propone nell’auditorium degli spazi Bomben di Treviso l’incontro pubblico "Nella mente nera di un incisore. Omaggio a Piranesi".
Interverranno Eugenio Manzato, storico dell’arte, Marina Grasso, giornalista, e Livio Ceschin, artista solighese tra i più apprezzati incisori della sua generazione.
 
L’appuntamento prende il titolo da un recente lavoro di Livio Ceschin, realizzato durante il lockdown per ricordare i 300 anni dalla nascita dell’incisore e architetto Giovanni Battista Piranesi (Mogliano Veneto, Treviso, 4 ottobre 1720 – Roma, 9 novembre 1778).
 
Si tratta di una tecnica mista ispirata alle celebri Carceri d’Invenzione di Piranesi che, proprio per il periodo in cui è stata creata, assume significati che vanno anche ben oltre la sua rilevanza artistica. Nella grande tavola l’atmosfera fantastica delle Carceri di Piranesi assume una potenza drammaticamente attuale, tra l’inquietudine di prospettive claustrofobiche e irriducibili intersezioni. Nell’isolamento straniante di quei giorni, l’artista impegnato nel lavoro meditato e paziente che l’arte incisoria richiede, ha colto la contemporaneità dello spaesamento di un visionario vissuto tre secoli fa.
Ma anche i potenti suggerimenti che l’arte offre per andare oltre l’angoscia delle “carceri” di ieri e di oggi, contrapposte a siti archeologici ameni e soleggiati in cui natura e ambiente trovano il loro equilibrio.
 
L’appuntamento sarà l’occasione per tratteggiare un’introduzione storica e artistica su Giovanni Battista Piranesi e per scoprire o approfondire la conoscenza delle principali tecniche incisorie.
Nel corso dell’incontro sarà anche trasmesso un breve video che racconta le fasi di lavoro di Livio Ceschin per la realizzazione dell’opera e saranno proiettate delle immagini che aiuteranno l’illustrazione tecnica del modus operandi di Piranesi.
 
Ingresso all’incontro: libero, prenotazione obbligatoria, Tel. 0422 5121, fbsr@fbsr.it - Auditorium spazi Bomben, Fondazione Benetton Studi Ricerche,

via Cornarotta 7, Treviso