Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/336: SCOTTISH CHAMPIONSHIP NEL SEGNO DI ADRIAN OTAEGUI

Il basco travolge gli avversari con un gran giro finale


FIFE (SCOZIA) - Questo evento di Scozia è a ridosso del 77° Open d’Italia, in programma dal 22 al 25 ottobre, al Chervò Golf Club San Vigilio di Pozzolengo (BS). Molti dei giocatori che sono in gara qui, parteciperanno poi all’ Open d’Italia. Nel field troviamo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/335: FRANCESCO MOLINARI TORNA IN CAMPO IN NEVADA

Il torinese, però, esce al taglio, vince Martin Laird


LAS VEGAS (USA) - Dopo una pausa di sette mesi, Francesco Molinari torna in campo. Lo fa con lo Shriners Hospitals for Children Open, sul tracciato del TPC Summerlin, a Las Vegas in Nevada. Si era fermato il 12 marzo, quando il The Players Championship era stato bloccato per l’emergenza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/334: AL GOLF CLUB LIGNANO IL CAMPIONATO AIGG

L'appuntamento clou della stagione dei giornalisti golfisti


LIGNANO - Il Campionato individuale è notoriamente l’appuntamento più importante della stagione per i membri dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti (AIGG). Nel 2020, condizionato dal Covid 19, sono saltati molti incontri, rivestiva quindi particolare spessore...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La cerimonia di consegna al Teatro Del Monaco di Treviso

AD ALESSIO LASTA IL PREMIO PARISE PER IL REPORTAGE 2020

Il giornalista di Piazzapulita vince la quarta edizione del riconoscimento


TREVISO - E’ andato ad Alessio Lasta, giornalista di punta della trasmissione televisiva Piazzapulita su La7, la quarta edizione del Premio Goffredo Parise per il Reportage. Lasta ha ricevuto il Premio nel corso della cerimonia che si è tenuta sabato 26 settembre al Teatro Mario Del Monaco di Treviso.
“Per aver raccontato con rara sensibilità attraverso i suoi reportage dagli ospedali lo straordinario lavoro del personale sanitario nella gestione dell’emergenza coronavirus – si legge nella motivazione del prestigioso riconoscimento - concentrandosi anche sulle loro emozioni e rendendo visibile ciò che non era ancora apparso nella sua gravità. Documenti intensi, in perfetta sintonia con lo spirito parisiano. Immagini destinate a far parte della memoria collettiva”. Alessio Lasta, inviato di Piazzapulita dal 2017, ha realizzato inchieste e reportage per Rai, Mediaset e La 7: da Mi manda Rai3 a L'ultima parola, da La gabbia a Ballarò.
Un’edizione che si è svolta in un clima di sobria eleganza, come da tradizione e che, rivisitando lo schema originario, ha inteso proporre un percorso coerente con la drammaticità degli eventi, assegnando uno speciale premio istituzionale e riconoscimenti degli Enti promotori dell'iniziativa (i comuni di Salgareda, Ponte di Piave e Treviso e la Regione Veneto) agli operatori dell'informazione e del mondo sanitario per il ruolo fondamentale svolto durante la pandemia. Uno schema condiviso unanimemente dai membri della giuria nella quale siedono Attilio Bolzoni, Toni Capuozzo, Aldo Cazzullo, Marcello Sorgi e la professoressa Ilaria Crotti (Presidente).
In questo spirito è stata assegnata anche una targa a Corrado Formigli, conduttore e autore della trasmissione di approfondimento di La7, “Per i reportage andati in onda nel corso della pandemia - si legge nella motivazione - e diventati punto di riferimento ineludibile per comprendere la gravità dell’evento in tutte le sue componenti”. Corrado Formigli è intervenuto alla serata attraverso un video messaggio nel quale ha ricordato come l'informazione abbia assunto un ruolo ancora più importante in questo periodo di pandemia mentre ai ragazzi della scuola di reportage ha ricordato come il giornalista debba sempre verificare i fatti con i suoi occhi.
Una seconda targa è andata all'Ordine dei Giornalisti del Veneto consegnata al Presidente Gianluca Amadori. Una terza targa, infine, è stata assegnata all'Ulss 2-Marca Trevigiana, ritirata dal Direttore Generale Francesco Benazzi.
“Un percorso tra idee ed emozioni - come ha tenuto a mettere in risalto Antonio Barzaghi direttore artistico e segretario della giuria - che si è aperto con un omaggio a Goffredo Parise attraverso la lettura, affidata all’attore Filippo Capparella, di riflessioni del grande scrittore veneto pubblicate a metà degli anni ’70 sulle pagine del Corriere della Sera: veri e propri sguardi sulle trasformazioni italiane osservate da un irregolare. Libero da condizionamenti ideologici, Parise ci regalava un giornalismo moderno, frutto del suo acuto senso di osservazione della realtà”.
Particolare significato ha assunto, nel corso della serata, la premiazione degli studenti degli Istituti Superiori di Treviso che hanno frequentato la Scuola di Reportage ospitata nel Complesso Museale di Santa Caterina che ha portato a termine la sua mission nonostante i limiti imposti dalla pandemia grazie alla professionalità e generosità di Lisa Iotti di Presadiretta/Rai 3, della sua collega Eleonora Tundo e dell'editor Sebastiano Mancinelli di Piazzapulita/La7. Una struttura destinata sicuramente a diventare col tempo un'occasione unica in Italia di crescita e stimolo per giovani studenti delle classi superiori.
I ragazzi dell'Istituto A. Palladio hanno realizzato un reportage dal titolo “HIV ai tempi del covid”. Gli studenti del Riccati-Luzzatti si sono cimentati in un reportage sui giorni del lockdown dal titolo “Diari dalla quarantena”, l’isolamento visto anche come opportunità di riflessione e autenticità. Il gruppo di lavoro del Liceo Artistico ha titolato “Mani parlanti” il suo reportage, uno spaccato di vita da Talking Hands, laboratorio artigianale di moda che dal 2016 costituisce un’opportunità di rinascita per tanti rifugiati.
Due i gruppi formati da studenti del Liceo Duca degli Abruzzi .“Sorry we are closed”: le ripercussioni della pandemia sul commercio di prossimità e sulle nuove opportunità che offre l’e-commerce. E poi il lavoro dal titolo “Shockdown”, i risvolti del coronavirus sulla salute mentale di tutti noi che propone tra l'altro un'interessante intervista al prof. Massimo Recalcati, autorevole psicanalista di fama internazionale.
Per il terzo anno consecutivo il Presidente del Premio e Sindaco di Salgareda ha ricevuto la Medaglia del Presidente della Repubblica: una testimonianza di vicinanza del Quirinale nei confronti di un’iniziativa di forte valenza culturale.