Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/336: SCOTTISH CHAMPIONSHIP NEL SEGNO DI ADRIAN OTAEGUI

Il basco travolge gli avversari con un gran giro finale


FIFE (SCOZIA) - Questo evento di Scozia è a ridosso del 77° Open d’Italia, in programma dal 22 al 25 ottobre, al Chervò Golf Club San Vigilio di Pozzolengo (BS). Molti dei giocatori che sono in gara qui, parteciperanno poi all’ Open d’Italia. Nel field troviamo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/335: FRANCESCO MOLINARI TORNA IN CAMPO IN NEVADA

Il torinese, però, esce al taglio, vince Martin Laird


LAS VEGAS (USA) - Dopo una pausa di sette mesi, Francesco Molinari torna in campo. Lo fa con lo Shriners Hospitals for Children Open, sul tracciato del TPC Summerlin, a Las Vegas in Nevada. Si era fermato il 12 marzo, quando il The Players Championship era stato bloccato per l’emergenza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/334: AL GOLF CLUB LIGNANO IL CAMPIONATO AIGG

L'appuntamento clou della stagione dei giornalisti golfisti


LIGNANO - Il Campionato individuale è notoriamente l’appuntamento più importante della stagione per i membri dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti (AIGG). Nel 2020, condizionato dal Covid 19, sono saltati molti incontri, rivestiva quindi particolare spessore...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Incidente in montagna tra Veneto e Friuli Venezia Giulia

ESCURSIONISTA MUORE SUL MONTE CAVALLO

Precipita dal sentiero per 200 metri, inutili i soccorsi


AVIANO - Un escursionista ha perso la vita dopo essere scivolato e ruzzolato in un ghiaione per 200 metri lungo il sentiero in cresta che scende dal Monte Cavallo verso Forcella della Val di Sughet, tra il Cavallo e il Cimon di Palantina, al confine tra Veneto e Friuli Venezia Giulia.
La Centrale unica del Fvg ha allertato intorno alle ore 14.15 il 118 di Pieve di Cadore (Belluno), poiché la nebbia non aveva permesso l'avvicinamento dell'elicottero dal versante di Aviano (Pordenone) e una squadra del Soccorso alpino di Pordenone stava risalendo a piedi.
A chiamare i soccorsi un compagno dell'escursionista, che dopo averlo raggiunto ha cercato di rianimarlo. L'eliambulanza del Suem di Pieve di Cadore, dopo aver imbarcato un soccorritore dell'Alpago, lo ha sbarcato assieme al tecnico di elisoccorso e all'equipe medica al limite della nebbia, a circa 200 metri dal punto in cui si trovava la vittima, un 41enne di Rovigo, di cui è stato solamente possibile constatare il decesso.
L'amico è stato accompagnato a Col Indes, dove è stato fatto salire un secondo soccorritore dell'Alpago. Ottenuto il nulla osta dalla magistratura per la rimozione, la salma è stata recuperata con un verricello di pochi metri e trasferita a Piancavallo.


Galleria fotograficaGalleria fotografica