Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/336: SCOTTISH CHAMPIONSHIP NEL SEGNO DI ADRIAN OTAEGUI

Il basco travolge gli avversari con un gran giro finale


FIFE (SCOZIA) - Questo evento di Scozia è a ridosso del 77° Open d’Italia, in programma dal 22 al 25 ottobre, al Chervò Golf Club San Vigilio di Pozzolengo (BS). Molti dei giocatori che sono in gara qui, parteciperanno poi all’ Open d’Italia. Nel field troviamo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/335: FRANCESCO MOLINARI TORNA IN CAMPO IN NEVADA

Il torinese, però, esce al taglio, vince Martin Laird


LAS VEGAS (USA) - Dopo una pausa di sette mesi, Francesco Molinari torna in campo. Lo fa con lo Shriners Hospitals for Children Open, sul tracciato del TPC Summerlin, a Las Vegas in Nevada. Si era fermato il 12 marzo, quando il The Players Championship era stato bloccato per l’emergenza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/334: AL GOLF CLUB LIGNANO IL CAMPIONATO AIGG

L'appuntamento clou della stagione dei giornalisti golfisti


LIGNANO - Il Campionato individuale è notoriamente l’appuntamento più importante della stagione per i membri dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti (AIGG). Nel 2020, condizionato dal Covid 19, sono saltati molti incontri, rivestiva quindi particolare spessore...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

La rassegna organizzata dal Cimic Group aperta fino al 4 ottobre

ECCO COME SI VIVEVA IN UNA TRINCEA DELLA GRANDE GUERRA

A Motta di Livenza una mostra sul primo conflitto mondiale


MOTTA DI LIVENZA - Le battaglie e le tragica esperienza dei soldati al fronte: lLa Grande guerra però ha toccato profondamente, come mai successo prima, anche la popolazione non in divisa. Si pensi soltanto, all’invasione austro- tedesca del Friuli Venezia Giulia e di larga parte del Veneto dopo la rotta di Caporetto, con centinaia di migliaia di persone sottoposte ad una durissima occupazione o a lasciare le proprie case come profughi. Ma moltissimi sono stati i fenomeni sociali, generati o accelerati dal conflitto, alcuni tuttora di fondamentale rilevanza, dal ruolo delle masse a quello delle donne, dalle innovazioni tecnologiche alla medicina, alle comunicazione, senza contare gli stravolgimenti geopolitici innescati dall’evento.
Tutti questi aspetti fanno da sfondo alla mostra “I legami tra i civili e i militari” in corso da qualche giorno al palazzo delle ex Prigioni di Motta di Livenza. La rassegna, ad ingresso gratuito, sarà visitabile fino al 4 ottobre, dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19.
Ce la presenta il maggiore Carmine Ciaccia, ufficiale addetto alla Pubblica informazione del Multinational Cimic Group, di stanza proprio a Motta di Livenza, che ha organizzato l’esposizione insieme all’amministrazione comunale, al 3° reggimento Genio guastatori di Udine e all’associazione del Fante.