Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/336: SCOTTISH CHAMPIONSHIP NEL SEGNO DI ADRIAN OTAEGUI

Il basco travolge gli avversari con un gran giro finale


FIFE (SCOZIA) - Questo evento di Scozia è a ridosso del 77° Open d’Italia, in programma dal 22 al 25 ottobre, al Chervò Golf Club San Vigilio di Pozzolengo (BS). Molti dei giocatori che sono in gara qui, parteciperanno poi all’ Open d’Italia. Nel field troviamo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/335: FRANCESCO MOLINARI TORNA IN CAMPO IN NEVADA

Il torinese, però, esce al taglio, vince Martin Laird


LAS VEGAS (USA) - Dopo una pausa di sette mesi, Francesco Molinari torna in campo. Lo fa con lo Shriners Hospitals for Children Open, sul tracciato del TPC Summerlin, a Las Vegas in Nevada. Si era fermato il 12 marzo, quando il The Players Championship era stato bloccato per l’emergenza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/334: AL GOLF CLUB LIGNANO IL CAMPIONATO AIGG

L'appuntamento clou della stagione dei giornalisti golfisti


LIGNANO - Il Campionato individuale è notoriamente l’appuntamento più importante della stagione per i membri dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti (AIGG). Nel 2020, condizionato dal Covid 19, sono saltati molti incontri, rivestiva quindi particolare spessore...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Sempre pronto a lavorare per il bene del territorio"

BELLUNO: È MANCATO BEPI TORMEN, RICERCATORE E FAUNISTA

Cordoglio per la scomparsa di uno studioso appassionato


BELLUNO - «La scomparsa improvvisa di Bepi Tormen ci lascia senza parole. La Provincia perde un validissimo consulente, un ricercatore che da anni collaborava con noi». Il presidente Roberto Padrin e il consigliere delegato a caccia e pesca Franco De Bon esprimono così il cordoglio per la morte del noto esperto faunista bellunese, che da sempre prestava il suo impegno a favore di diversi progetti di valenza provinciale, non ultimo quello relativo alla tutela delle rondini in centro città. Tormen stava controllando alcune postazioni di presenza del lupo, sulla dorsale del Visentin, quando ha accusato un malore fatale.
 
«Una persona sempre rispettosa e disponibile, un esperto faunista che negli anni ha partecipato a diversi corsi Ispra e che ci ha dato una mano in moltissime iniziative a tutela dell’ambiente naturale e della fauna» lo ricorda Franco De Bon.
«Era un ricercatore con la mente sgombra da preconcetti, sempre pronto a lavorare per il bene del territorio e dell’ambiente, che osservava con sguardo scientifico. Ci mancherà. Un pensiero alla sua famiglia e ai suoi cari».
«Con Giuseppe Tormen, abbiamo realizzato diverse iniziative, dagli incontri con la popolazione sui temi del lupo e dei grandi predatori fino al progetto Belluno Città delle rondini, che pochi mesi fa ha preso il via in città con il supporto della Provincia di Belluno. Il nostro territorio può vantare un ambiente e una biodiversità invidiata da molti e Tormen ne è stato un appassionato studioso, divulgatore e difensore. Io e tutta la giunta comunale ci uniamo al dolore della famiglia per la sua scomparsa»: così il Sindaco di Belluno, Jacopo Massaro, commenta la notizia della scomparsa dell'esperto naturalista bellunese Giuseppe Tormen.