Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/336: SCOTTISH CHAMPIONSHIP NEL SEGNO DI ADRIAN OTAEGUI

Il basco travolge gli avversari con un gran giro finale


FIFE (SCOZIA) - Questo evento di Scozia è a ridosso del 77° Open d’Italia, in programma dal 22 al 25 ottobre, al Chervò Golf Club San Vigilio di Pozzolengo (BS). Molti dei giocatori che sono in gara qui, parteciperanno poi all’ Open d’Italia. Nel field troviamo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/335: FRANCESCO MOLINARI TORNA IN CAMPO IN NEVADA

Il torinese, però, esce al taglio, vince Martin Laird


LAS VEGAS (USA) - Dopo una pausa di sette mesi, Francesco Molinari torna in campo. Lo fa con lo Shriners Hospitals for Children Open, sul tracciato del TPC Summerlin, a Las Vegas in Nevada. Si era fermato il 12 marzo, quando il The Players Championship era stato bloccato per l’emergenza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/334: AL GOLF CLUB LIGNANO IL CAMPIONATO AIGG

L'appuntamento clou della stagione dei giornalisti golfisti


LIGNANO - Il Campionato individuale è notoriamente l’appuntamento più importante della stagione per i membri dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti (AIGG). Nel 2020, condizionato dal Covid 19, sono saltati molti incontri, rivestiva quindi particolare spessore...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Il centro di accoglienza ad Oderzo va chiuso immediatamente"

MANZATO: "MAXI FOCOLAIO ALLA ZANUSSO, VERGOGNA ANNUNCIATA"

Il deputato leghista presenta un'interrogazione al ministro dell'Interno


ODERZO - "Chiusura immediata del centro di accoglienza straordinaria di Oderzo". Lo ribadisce Franco Manzato, deputato opitergino delle Lega. Il parlamentare ha presentato in queste ore un'interrogazione al ministro degli Interni, Luciana Lamorgese su quella che definisce "la vergogna annunciata e puntualmente avvenuta nell'ex Caserma Zanusso".
Il riferimento è chiaramente alle 61 positività al Covid rilevate nel complesso. I contagi sono stati accertati dell'Ulss 2, dopo che i migrati, nei giorni scorsi, non avevano voluto sottoporsi al test in seguito all'individuazioni dei primi cinque casi.
"Il maxifocolaio di Covid-19 scoppiato nella struttura è la prova provata che certa gente non ne vuole sapere un bel nulla delle regole - attacca Manzato -. Alla faccia della sicurezza e della salute dei cittadini di Oderzo, gravemente preoccupati ma anche sdegnati per il rifiuto a sottoporsi ai tamponi opposto dai settanta richiedenti asilo ospiti della Zanusso. Risultato: sarebbero ben 61 i positivi accertati al Covid-19, di cui 58 immigrati ospiti del centro e tre operatori".
"Peraltro - conclude il deputato trevigiano del Carroccio -  un grave remake di quanto già avvenuto al centro di accoglienza dell'ex Caserma 'Serena' di Dosson, a conferma che la scelta dell’attuale maggioranza di Governo di non attivare misure di contrasto ai flussi migratori irregolari verso il nostro Paese, soprattutto in un periodo di dichiarata emergenza sanitaria da Covid-19, sta esponendo la popolazione a continui, ingiustificati e gravissimi rischi per la sicurezza e la salute".