Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/346 - CAMPI/30: IL GOLF CLUB ACAYA

Nel cuore del Salento un percorso ricco di fascino e sorprese


VERNOLE (LE) - Siamo nel Salento, nel Leccese, una bella, generosa terra. Una lunghissima teoria di ulivi fa guida per arrivare all’elegante resort “Double Tree by Hilton Acaya”, inserito nel verde della macchia mediterranea, 100 ettari di pregiata vegetazione spontanea....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'incontro domenica 4 ottobre a Cesiomaggiore

OLTRE LE VETTE: L'ANTICO MESTIERE DEL MALGARO

I volti di malga nella mostra fotografica "Say Cheese"


BELLUNO -Oltre le Vette” sbarca al Museo etnografico della Provincia di Belluno. Domenica 4 ottobre alle 17, la villa di Seravella a Cesiomaggiore ospiterà un incontro dedicato alla “Vita di malga - tra passato, presente e futuro”. Si tratterà di un confronto tra esperti e malgari per capire il senso profondo dell'economia delle malghe e della scelta di vita che alcuni abitanti della montagna intraprendono: un mestiere antichissimo, "fuori dal mondo", ma capace di rinnovarsi e confrontarsi con i cambiamenti. 
Tra gli ospiti dell'incontro, oltre ad alcuni malgari, ci saranno il presidente di Coldiretti Belluno Alessandro De Rocco, l'antropologa Daniela Perco, il dottore forestale Davide Pasut, il dottor Riccardo Flamini del CREA di Conegliano.
L'evento sarà anche l'occasione per presentare e raccontare la mostra fotografica “Say Cheese. Volti e voci di malga” realizzata nell'ambito del progetto Interreg V-A Italia-Austria CLLD Dolomiti Live Formaggi Alpini - Le Molecole del Gusto e allestita nella sala esposizioni del Museo.
Al termine dell'incontro è prevista perciò una visita alla mostra, con degustazione di formaggi di malga e vini locali (per ragioni di sicurezza sanitaria, è obbligatoria la prenotazione: chiamare al numero 0439 438355 o scrivere una mail all'indirizzo museoseravella@provincia.belluno.it entro e non oltre le 13 di venerdì 2 ottobre).
«È la prima volta che la villa di Seravella collabora con la rassegna “Oltre le vette” e lo fa con grande entusiasmo - commenta il consigliere provinciale delegato alla cultura e all’ambiente, Simone Deola -. Le sinergie e i giochi di squadra sono fondamentali nel settore della cultura, per valorizzare le grandi potenzialità e i tesori spesso nascosti del nostro territorio. Per cui ringrazio i curatori di “Oltre le vette” per aver coinvolto il Museo etnografico. Il tema trattato è di primaria importanza. Oltre al grande valore storico e antropologico, l'alpeggio costituisce la prima linea di difesa verso l'avanzata del bosco e un eccezionale brand turistico del nostro territorio».
Oltre all’appuntamento di domenica 4 ottobre, la villa ospiterà anche la presentazione del libro di Mauro Varotto, “Montagne di mezzo”, sabato 10 ottobre (alle 11), altro appuntamento della rassegna dedicata alla montagna. E prolungherà l’esposizione di “Say Cheese” fino a fine maggio, per consentire la visita alle scuole. La mostra racconta, attraverso le immagini e le parole dei suoi protagonisti, la vita dei malgari di oggi; mentre l'allestimento richiama, attraverso gli oggetti antichi del Museo, la vita di chi di pastorizia e lavorazione del formaggio viveva un tempo. L'allestimento è stato realizzato grazie alla collaborazione e disponibilità del Museo e del Gruppo Folk di Cesiomaggiore. La mostra fotografica è stata curata dall'associazione Isoipse, per Coldiretti Belluno. Le foto sono di Ilaria Sperandio e Damiano Dall’Ò.