Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/336: SCOTTISH CHAMPIONSHIP NEL SEGNO DI ADRIAN OTAEGUI

Il basco travolge gli avversari con un gran giro finale


FIFE (SCOZIA) - Questo evento di Scozia è a ridosso del 77° Open d’Italia, in programma dal 22 al 25 ottobre, al Chervò Golf Club San Vigilio di Pozzolengo (BS). Molti dei giocatori che sono in gara qui, parteciperanno poi all’ Open d’Italia. Nel field troviamo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/335: FRANCESCO MOLINARI TORNA IN CAMPO IN NEVADA

Il torinese, però, esce al taglio, vince Martin Laird


LAS VEGAS (USA) - Dopo una pausa di sette mesi, Francesco Molinari torna in campo. Lo fa con lo Shriners Hospitals for Children Open, sul tracciato del TPC Summerlin, a Las Vegas in Nevada. Si era fermato il 12 marzo, quando il The Players Championship era stato bloccato per l’emergenza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/334: AL GOLF CLUB LIGNANO IL CAMPIONATO AIGG

L'appuntamento clou della stagione dei giornalisti golfisti


LIGNANO - Il Campionato individuale è notoriamente l’appuntamento più importante della stagione per i membri dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti (AIGG). Nel 2020, condizionato dal Covid 19, sono saltati molti incontri, rivestiva quindi particolare spessore...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Gli appuntamenti del weekend a Padova

LA VULNERABILITÀ DEI NOSTRI GIORNI ALLA FIERA DELLE PAROLE

Domenica ospite dell'evento Corrado Augias


PADOVA - La Roma imperiale, le paure del nostro tempo, la riscoperta (in positivo) del buonismo e i ricordi legati al cinema e alla musica. Sono gli scenari attraverso i quali si muoverà la quarta giornata – sabato 3 ottobre – della Fiera delle Parole, che avrà come ospiti Valerio Massimo Manfredi, Alessia De Marchi, Paolo Crepet, Sergio Staino, Massimo Cirri, Simona Colonna, Vincenzo Mollica, Fabio Frizzi, Riccardo Rocchi. Il festival, giunto alla sua quindicesima edizione, quest’anno si svolge nel padiglione 11 della Fiera di Padova, nel rispetto delle norme di sicurezza previste per l’emergenza Covid-19. Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero, con prenotazione obbligatoria del posto sul sito www.lafieradelleparole.it.
Alle 11 Valerio Massimo Manfredi presenta con Alessia De MarchiAntica Madre (Mondadori), un nuovo viaggio alla scoperta della Roma imperiale. Numidia, 62 d.C. Una carovana avanza nella steppa, scortata da un drappello di soldati agli ordini del centurione di prima linea Furio Voreno. Sui carri, leoni, ghepardi, scimmie appena catturati e destinati a battersi nelle venationes, i rischiosissimi giochi che precedevano i duelli fra gladiatori nelle arene della Roma imperiale. La preda più preziosa e temuta, però, viaggia sull'ultimo convoglio: è una giovane, splendida donna con la pelle color dell'ebano, fiera e selvatica come un leopardo... e altrettanto letale.
Alle 16.30 Paolo Crepet torna a Padova per aiutare il pubblico della Fiera a riflettere su che cosa sia cambiato con la pandemia, come ha fatto nel suo Vulnerabili (Mondadori). In questo libro dalla prosa intensa, poetica e meticolosa, Crepet analizza cosa è accaduto durante i mesi di lockdown e la lenta ripartenza, e cosa ci aspetta in un presente ancora minacciato dal virus. E si concentra sulla necessità del cambiamento, che per lui significa «non uccidere la speranza di poter avere un futuro diverso da quello che ci eravamo meritati». Non solo un saggio, ma anche un viaggio dentro di noi, per scoprire cosa dobbiamo salvare dell’umanità e quali cambiamenti sono necessari per salvaguardare il domani.
Alle 18.30 Sergio Staino racconta Quell’idiota di Bobo. In difesa del buonismo nella vita, nella satira e nella politica (La Nave di Teseo) in compagnia di Massimo Cirri e Simona Colonna. Bobo ha sempre rappresentato l’eroe del quotidiano, buono, talvolta ingenuo, sempre benintenzionato, eterno sconfitto che non si arrende e continua a combattere per ciò in cui crede. Un idiota direbbe qualcuno che non ha la sua purezza d’animo. Forse, ma un idiota nel senso di Dostoevskij, ossia un uomo con un’etica, vittima di una idiozia che si presenta come bontà, compassione per i più fragili e, al contempo, sberleffo nei confronti dello “spirito del tempo” e di tutti i potenti. Una “idiozia” che è incapacità di adeguarsi a quest’epoca, che è, nonostante tutto, il sogno di un mondo e di un futuro migliore.
Alle 21 sul palco sale Vincenzo Mollica con Prima che mi dimentichi di tutto. Parole e canzoni, in compagnia del maestro Fabio Frizzi e con l’accompagnamento musicale di Riccardo Rocchi. Un cronista televisivo dello spettacolo, che decide di raccontare tutto ciò che ha vissuto nei trent’anni d‘esperienza. Una conversazione arricchita da filmati particolarmente significativi e divertenti e dai brani musicali che hanno segnato la storia di ognuno di noi dagli anni Cinquanta in poi.
Gli appuntamenti di domenica 4 ottobre
Quattro gli appuntamenti nel calendario della Fiera delle Parole per domenica 4 ottobre.
Alle 11 Riccardo Iacona presenta, con il professor Andrea Crisanti, il suo ultimo libro Mai più eroi in corsia (Piemme). Un viaggio dentro l’inferno della pandemia: le cronache di questi mesi, dal 21 febbraio del 2020, quando improvvisamente con il paziente 1 di Codogno scopriamo di avere il Coronavirus in casa, si mescolano alle voci e alle testimonianze struggenti dei protagonisti, dei medici di base e negli ospedali, degli infermieri, dei parenti delle vittime, ma anche alle analisi degli esperti, di chi aveva avvisato dei rischi e che non è stato ascoltato per tempo.
Alle 16.30 Tiziana Ferrario presenta il suo ultimo libro Uomini: è ora di giocare senza falli! (Chiarelettere), pamphlet ficcante e provocatorio sugli uomini, per smascherare con affilata ironia le loro contraddizioni e i loro atteggiamenti maschilisti, sia privati che pubblici. Le tipologie di maschilismo, infatti, sono molteplici: c’è il maschilista inconsapevole che non si rende conto di esserlo, quello silente che preferisce cambiare discorso, l’infastidito che trova le donne esagerate nelle loro rivendicazioni e l’indifferente a cui proprio non importa nulla. La Ferrario da un lato raccoglie e racconta queste tipologie in un catalogo illuminante, dall’altro elabora liste e questionari per riconoscere il maschilista nei vari ambiti della società, dall’ufficio alla famiglia, dallo sport al mondo della scienza e dello spettacolo.
Alle 18.30 il grande ritorno di Corrado Augias alla Fiera delle Parole con Breviario per un confuso presente (Einaudi). Prendendo spunto dai temi e dai problemi con cui ci confrontiamo ogni giorno, attraverso la lettura di autori prediletti come Spinoza e Montaigne, Augias ricollega il presente al passato e alle cause che l’hanno provocato, rendendo più comprensibile e meno ansioso l’orizzonte degli eventi. «Proprio perché siamo nel mezzo di una bufera, è ancora più importante avere consapevolezza e memoria del percorso che ci ha portato fin qui», spiega Augias.