Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/341: COME FUNZIONA LA QUALYFING SCHOOL?

Alla scoperta dei tornei che promuovono alle competizioni maggiori


TREVISO - Questa settimana andiamo a vedere da vicino come funziona la “Qualifying School”, la serie di tornei dell’Alps Tour che promuovono i talenti mondiali a ottenere la “carta” che permette di partecipare alle competizioni, e come sono regolate le classifiche...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/340: L'AUGUSTA MASTERS INCORONA DUSTIN JOHNSON

Insolita collocazione autunnale per l'ultimo major


AUGUSTA - Un Masters Tournament insolito, giocato a metà novembre anziché ad aprile, non primo, ultimo major. L’autunno propone tutt’altra scenografia rispetto al clima primaverile quando l’Augusta in Georgia ama fare sfoggio di un mare di fiori: distese di...continua

Attualità
PILLOLE DI GOLF/339: FRANCESCO MOLINARI, AL RIETRO, È 15° A HOUSTON

Carlos Ortiz regala al Messico un successo dopo 40 anni


HOUSTON (USA) - Francesco Molinari è tornato in campo per partecipare al Vivint Houston Open, torneo del PGA Tour in programma sul par 70 del Memorial Park Golf Course di Houston in Texas. Qualcuno lo definisce “la gara dei grandi ritorni”. Tra i più attesi, oltre a...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

A due anni da Vaia si rinnova il "Grazie"

PIAN DI SALESEI, LA CERIMONIA DEGLI ALPINI

Bortoluzzi: "Penne nere fondamentali per il territorio"


BELLUNO - «Gli alpini sono una presenza silenziosa e operosa, fondamentale per il nostro territorio». È quanto ha affermato il consigliere provinciale Massimo Bortoluzzi, che questa mattina ha partecipato alle cerimonie in onore dei caduti della Prima guerra mondiale, a Pian di Salesei (Livinallongo del Col di Lana).
Insieme a Bortoluzzi, in rappresentanza della Provincia, anche il consigliere Danilo De Toni. «La presenza della Provincia alle cerimonie di Pian di Salesei è doverosa. Ringraziamo gli alpini per quanto hanno fatto» ha detto il consigliere Bortoluzzi. «Il ricordo dei caduti va di pari passo con il ringraziamento per l’impegno recente e attuale. Le penne nere sono sempre pronte a rimboccarsi le maniche e rispondono “presente” a ogni chiamata.
La loro opera è risultata fondamentale; nel Bellunese l’abbiamo visto con il Vajont, all’indomani dell’alluvione del ’66 e nei giorni di Vaia, quando gli alpini sono stati uno dei principali attori nel portare soccorsi. Negli ultimi mesi gli alpini si sono adoperati anche per l’emergenza sanitaria. A loro va il nostro grazie. Come Provincia poi non possiamo dimenticarci il grande lavoro fatto per la gestione dei magazzini di Protezione Civile, che abbiamo affidato all’Ana Belluno un anno fa. I magazzini che erano dismessi sono diventati oggi un importante centro operativo per la gestione delle emergenze».
 

Galleria fotograficaGalleria fotografica