Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/351: DOPPIO EAGLE ALL'ULTIMO GIRO, BERGER VINCE L'AT&T PEBBLE BEACH

Il 28enne sorpassa in volata NcNealy, crolla invece Molinari


STATI UNITI - Siamo in California, a Pebble Beach, nella Contea di Monterey, piccola comunità sulla costa del pacifico. Si gioca una Pro-Am atipica, che a causa dell’emergenza sanitaria non viene giocata in compagnia delle celebrità come d’uso, è quindi una normale...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/350: DUSTIN JOHNSON CONFERMA LA SUA LEADERSHIP MONDIALE AL SAUDI INTERNATIONAL

Azzurri nelle retrovie, 33esimo il vicentino Migliozzi


ARABIA SAUDITA - Questa settimana l’Eurotour ha messo in scena il Saudi International, al Royal Greens Golf and Country Club, a King Abdullah Economic City, in Arabia Saudita; ai tee di partenza, ci sono ben sette azzurri, che hanno l’opportunità di giocare con veri big: il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/349: IL TEXANO PATRICK REED FESTEGGIA ALL'INSURANCE FARMERS OPEN

Gran rimonta di un ritrovato Molinari: da 39° a decimo


LA JOLLA (USA) - Concluso l’American Express con l’ottavo posto in classifica, Francesco Molinari si trova ora impegnato nel Farmers Insurance Open, ancora in California, non più a La Quinta ma a La Jolla - San Diego, al Torrey Pines Golf Course che sorge sul posto dove...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Dodici ore di intervento di un'equipe multidisciplinare

RICOSTRUITA LA GAMBA DI UN MOTOCICLISTA AL CA' FONCELLO DI TREVISO

Il paziente ferito in un incidente, usato l'osso dell'arto sano


TREVISO - Ricostruita la gamba destra di un motociclista grazie al trasferimento di una porzione di osso del suo perone sinistro. Il delicato intervento è stato eseguito nei giorni scorsi all'Ospedale Ca’ Foncello di Treviso.
Il paziente aveva riportato, in un incidente stradale, una gravissima lesione della cute e della muscolatura della parte anteriore della gamba che aveva lasciato esposta grande parte della tibia fratturata, successivamente andata in necrosi. L’intervento si è reso necessario per asportare quattrodici centimetri di osso necrotico della gamba destra, al fine di evitare al paziente il rischio dell’amputazione.
L'intervento, durato circa dodici ore, ha visto protagonisti medici ed infermieri di diverse équipe: Chirurgia Plastica, diretta dal dottor Giorgio Berna, Ortopedia, diretta dal nuovo primario dottor Silvio Demitri e Anestesia-Rianimazione diretta dal dottor Antonio Farnia.
“In lesioni di questa gravità – spiegano gli specialisti del Ca’ Foncello - le possibilità “tradizionali” di trattamento con fissazione esterna o con innesto risultano lunghe, difficoltose e di esito incerto. La scelta di utilizzare tessuto vitale proprio del paziente riduce spesso in modo consistente il lungo tempo di guarigione. Attualmente molti articoli scientifici evidenziano come il trattamento combinato tra Chirurgia Plastica e Ortopedia risulti l’approccio migliore nel trattamento delle lesioni traumatiche più gravi”.