Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/341: COME FUNZIONA LA QUALYFING SCHOOL?

Alla scoperta dei tornei che promuovono alle competizioni maggiori


TREVISO - Questa settimana andiamo a vedere da vicino come funziona la “Qualifying School”, la serie di tornei dell’Alps Tour che promuovono i talenti mondiali a ottenere la “carta” che permette di partecipare alle competizioni, e come sono regolate le classifiche...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/340: L'AUGUSTA MASTERS INCORONA DUSTIN JOHNSON

Insolita collocazione autunnale per l'ultimo major


AUGUSTA - Un Masters Tournament insolito, giocato a metà novembre anziché ad aprile, non primo, ultimo major. L’autunno propone tutt’altra scenografia rispetto al clima primaverile quando l’Augusta in Georgia ama fare sfoggio di un mare di fiori: distese di...continua

Attualità
PILLOLE DI GOLF/339: FRANCESCO MOLINARI, AL RIETRO, È 15° A HOUSTON

Carlos Ortiz regala al Messico un successo dopo 40 anni


HOUSTON (USA) - Francesco Molinari è tornato in campo per partecipare al Vivint Houston Open, torneo del PGA Tour in programma sul par 70 del Memorial Park Golf Course di Houston in Texas. Qualcuno lo definisce “la gara dei grandi ritorni”. Tra i più attesi, oltre a...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Comune riciclone: secco sotto i 72 kg per abitante

BELLUNO SI CONFERMA CITTÀ "RIFIUTI FREE"

Capoluogo in cui cresce la differenziata e cala la produzione di secco


BELLUNO - Il dossier Comuni Ricicloni 2020 vede anche quest'anno un miglioramento del Comune di Belluno: cresce la percentuale di raccolta differenziata, cala la produzione di rifiuto secco pro capite, mentre resta uno dei soli quattro capoluoghi di provincia “rifiuti free”.
Un comune viene classificato “Rifiuti free” quando produce al massimo 75 chili di rifiuto secco per abitante all'anno: come nel 2019, Belluno è presente in questa classifica che vede presenti 589 comuni sugli oltre 8mila presenti sul territorio nazionale, ed è uno dei quattro capoluoghi di provincia (dietro a Treviso, Pordenone e Trento) presenti in questa categoria.
Cresce la percentuale di raccolta differenziata: 82,9% contro l'82,1% del 2019 e l'80,6% del 2018; nel 2013 (dati riferiti quindi al 2012, primo anno di amministrazione Massaro) la percentuale era del 70,4%.
Scende sotto quota 72 chili (per la precisione 71,8) la produzione di rifiuto secco per abitante, che nei due anni precedenti si era attestata a 73,1 e 73,5 chili pro capite.
«Essere ancora una volta tra i quattro soli capoluoghi “rifiuti free” è un grandissimo risultato - commenta il sindaco di Belluno, Jacopo Massaro – che, insieme alla crescita della raccolta differenziata e al calo di produzione del secco, dimostra la virtuosità dei cittadini bellunesi. Belluno ha però anche una peculiarità unica: a queste performance abbina la tariffa sui rifiuti più bassa dei capoluoghi d'Italia. Il nostro modello è quindi l'unico che riesce a coniugare ottimi risultati sotto il punto di vista ambientale con bassi costi per gli utenti: questo è possibile grazie al lavoro fatto in questi anni dal Comune e dalla società Bellunum e al comportamento sempre attento dei bellunesi, che si traduce in queste grandi prestazioni, ma anche in concreto risparmio economico per le nostre famiglie e le nostre imprese».