Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/351: DOPPIO EAGLE ALL'ULTIMO GIRO, BERGER VINCE L'AT&T PEBBLE BEACH

Il 28enne sorpassa in volata NcNealy, crolla invece Molinari


STATI UNITI - Siamo in California, a Pebble Beach, nella Contea di Monterey, piccola comunità sulla costa del pacifico. Si gioca una Pro-Am atipica, che a causa dell’emergenza sanitaria non viene giocata in compagnia delle celebrità come d’uso, è quindi una normale...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/350: DUSTIN JOHNSON CONFERMA LA SUA LEADERSHIP MONDIALE AL SAUDI INTERNATIONAL

Azzurri nelle retrovie, 33esimo il vicentino Migliozzi


ARABIA SAUDITA - Questa settimana l’Eurotour ha messo in scena il Saudi International, al Royal Greens Golf and Country Club, a King Abdullah Economic City, in Arabia Saudita; ai tee di partenza, ci sono ben sette azzurri, che hanno l’opportunità di giocare con veri big: il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/349: IL TEXANO PATRICK REED FESTEGGIA ALL'INSURANCE FARMERS OPEN

Gran rimonta di un ritrovato Molinari: da 39° a decimo


LA JOLLA (USA) - Concluso l’American Express con l’ottavo posto in classifica, Francesco Molinari si trova ora impegnato nel Farmers Insurance Open, ancora in California, non più a La Quinta ma a La Jolla - San Diego, al Torrey Pines Golf Course che sorge sul posto dove...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sospeso per il Covid l'evento fisico, ma così indicazioni sempre a disposizione

COLLEGIO PIO X, "PORTE APERTE" VIRTUALI SU INTERNET

Informazioni e tour della scuola sul sito internet


TREVISO - L'emergenza Covid impedisce gli eventi con partecipazione dal vivo, e allora il Collegio Pio X di Treviso alza l’asticella della modernità. Il tradizionale evento "Porte aperte" dell'istituto scolastico trevigiano si svolgerà così in forma virtuale: è stato infatti realizzato un portale che offre dialoghi, documentazione, visita guidata ai locali insieme con tutte le informazioni dei singoli corsi in video e in grafiche riassuntive.. Non ci sono le condizioni per ripetere l’evento tradizionale, da domani 3 novembre sarà on line sul sito internet del Collegio. “Gli eventi tradizionali avevano giorno e orario fissati”, ha detto il rettore mons. Lucio Bonomo, “e andava bene così. Restava spesso la difficoltà del genitore a spiegare ai familiari l’esito della visita al Pio X. Con la nuova offerta del portale tutte le informazioni sono invece a disposizione senza termini di tempo e si possono rivedere più volte e, trattandosi di una proposta digitale e virtuale, credo sia ancor meglio accessibile ai ragazzi. E’ vero, sembra mancare il rapporto diretto con gli insegnanti, ma anche in questo ambito il Collegio ha fatto progressi: il genitore tramite il portale chiede e ottiene appuntamento per colloqui in presenza con i dirigenti e gli insegnanti a piccoli gruppi e anche incontri one to one. Gli insegnanti stanno moltiplicando il tempo dedicato alle famiglie. Nato dall’emergenza, il nuovo portale diventa strutturale”.
Si va inoltre verso l’inversione di ruoli nel portare in famiglia le informazioni del Pio X. Con la nuova modalità potrà essere il giovane, nativo digitale, ad accompagnare i genitori nel tour virtuale di aule, laboratori, corridoi e uffici; nell’ascoltare le spiegazioni in video da parte dei responsabili dei diversi corsi; nel cliccare sulle schede in power point relative ai corsi che interessano.
Le restrizioni imposte dalla pandemia hanno in effetti determinato un salto non solo strumentale, ma di modalità nel dialogo con il pubblico, in particolare con i giovani e le loro famiglie. In coincidenza con l’inizio del secondo secolo di vita, il Collegio si presenta quest’anno senza cancelli, senza muri e sempre trasparente. Il ‘Porte sempre aperte’ durerà infatti ogni giorno e anche i prossimi anni. La possibilità di porre domande dà valore ad ogni dubbio del singolo, sia ragazzo o genitore. La scienza è attiva nella ricerca del vaccino e nel frattempo sprona all’impiego delle tecnologie esistenti per mantenere e sviluppare la comunicazione e la condivisione.