Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/341: COME FUNZIONA LA QUALYFING SCHOOL?

Alla scoperta dei tornei che promuovono alle competizioni maggiori


TREVISO - Questa settimana andiamo a vedere da vicino come funziona la “Qualifying School”, la serie di tornei dell’Alps Tour che promuovono i talenti mondiali a ottenere la “carta” che permette di partecipare alle competizioni, e come sono regolate le classifiche...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/340: L'AUGUSTA MASTERS INCORONA DUSTIN JOHNSON

Insolita collocazione autunnale per l'ultimo major


AUGUSTA - Un Masters Tournament insolito, giocato a metà novembre anziché ad aprile, non primo, ultimo major. L’autunno propone tutt’altra scenografia rispetto al clima primaverile quando l’Augusta in Georgia ama fare sfoggio di un mare di fiori: distese di...continua

Attualità
PILLOLE DI GOLF/339: FRANCESCO MOLINARI, AL RIETRO, È 15° A HOUSTON

Carlos Ortiz regala al Messico un successo dopo 40 anni


HOUSTON (USA) - Francesco Molinari è tornato in campo per partecipare al Vivint Houston Open, torneo del PGA Tour in programma sul par 70 del Memorial Park Golf Course di Houston in Texas. Qualcuno lo definisce “la gara dei grandi ritorni”. Tra i più attesi, oltre a...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

La nostra rubrica sul mondo golfistico a cura di Paolo Pilla

PILLOLE DI GOLF/338: ALL'ASOLO GOLF IL TROFEO CA' DEL POGGIO

Evento tra sport, musica e convilità, con star Mal dei Primitives


SAN PIETRO DI FELETTO - Una partita di Golf coronata da una gustosissima serata. Centoquattro hanno partecipato alla gara: musicisti, cantanti o semplicemente amanti della musica, al seguito di Paul Bradley Couling, in arte Mal dei Primitives. Era la tappa finale del Challenge AICMG, l’Associazione Italiana Cantanti Musicisti Golfisti, il cui presidente è Mal, e suo vice il musicista Denis Biasin, grande esperto in Italia di strumenti musicali.
La gara: Dopo un periodo caratterizzato da lunghe giornate uggiose (era stata rinviata per maltempo), le condizioni atmosferiche erano diventate benevole: niente pioggia, un bel sole che ha permesso agli sportivi di giocare in maniche corte. Bello, quasi una liberazione!
Partenza alle nove, il Campo era sempre avvenente, con un’unica pecca: un po’ pesante, per la tanta pioggia caduta nella notte. L’allegra brigata ha portato aventi il gioco con convinzione, e in pochi non lo hanno portato a termine.

Sono stati tanti i premiati di ogni categoria, e i fortunati alle estrazioni; ma ecco coloro che, per ogni categoria, sono risultati vincitori:
Prima categoria
-1° lordo Emilio Abrami Asolo Golf con 33
-1° netto Franca Gasparotto Asolo Golf punti 41
Seconda categoria
-1° netto Denis Biasin Touristgolf 35
Terza categoria
-1° netto Luca Saran Asolo Golf 40

Va dato rilievo all’eleganza di Denis Biasin che, come organizzatore dell’evento, ha rinunciato al premio in favore di Federico Campagnolo, che in classifica ha fatto un punto in meno. Il bel panorama e l’allegro terzo tempo, ha velocemente fatto dimenticare il disagio arrecato dal fango incontrato. Tutta bella gente a cena, ho avuto il piacere di conversare con Alberto Stocco, titolare dell’azienda Cà del Poggio. Ero stato a pranzo da lui lo scorso anno, appunto con l’associazione cantanti e musicisti. Impossibile non ricordare le curve a gomito, ricomparenti, che bisogna percorre per arrivare al suo resort, in quel di San Pietro di Feletto. Sono un must quei tornanti per il Giro d’Italia, li ho infatti rivisti alla TV nel recente passaggio dei ciclisti al giro. E altrettanto non si può dimenticare, il trattamento che Alberto riserva agli ospiti, che tratta con amore. A pennello quindi la massima “per aspera ad astra”. Con la sua attività, Ristorante, Albergo, Viticoltura, Vinificazione, Stocco è sempre stato vicino allo sport. Sono cinque anni che incrocia “Golf & Musica”, ed è convinto del suo apporto nel connubio che si viene a creare. Soprattutto che Golf e Ospitalità debbano essere collegati e sinergici, per incrementare il turismo nel territorio. Durante la gara, ha piazzato alla buca 9 una buvette con una specialità: scampi crudi e Prosecco di sua produzione, per rifocillare i giocatori al passaggio. Va ricordato che il motto del suo ristorante, nonostante sia collocato in montagna, è “dove il prosecco incontra il mare”, proprio a evidenziare il suo interesse per il pesce e per il buon vino. Anche durante la cena abbiamo gustato quel suo Prosecco Superiore Docg Conegliano-Valdobbiadene alle cui bottiglie, in quantità limitata, era stata posta la capsula rosa a onorare il Giro d’Italia. Il Giro, infatti, è passato qualche giorno fa davanti alla sua locanda, per il primo intertempo GPM (Gran premio della montagna).
E' stata una vivacissima serata di piena allegria, trascorsa senza mai scadere in eccessi, da tutti ampiamente goduta. Come sempre molto apprezzate le rivisitazioni di Mal, alternatosi con un personaggio speciale: il cantautore in canzoni di montagna, di cui compone testo e musica: Mauro Da Rin Bettina, primo cittadino di Vigo di Cadore.
Il clou della serata si è avuto con l’intrattenimento, dell’instancabile attore romano innamorato del Veneto, Gianfranco Phino. Regista, attore comico, ineguagliabile imitatore, amico da sempre di Mal, Phino è impegnato con il teatro, il cinema, la televisione. Ha lavorato accanto a personaggi di successo come Corrado, Johnny Dorelli, Heather Parisi, Sabrina Salerno, Claudio Lippi, Lorella Cuccarini, e altri. Si è presentato alle prime audizioni di Italia's Got Talent, trionfando poi alla finale e alla finalissima. Capace di imitare qualsiasi voce, ha recitato come avrebbero fatto Totò, Villaggio, Abbatantuono, Banfi, Boldi, Troisi, Gassman; ha cantato come vero Modugno. E sentire che voce! D’altro canto l’associazione è composta da cantanti e musicisti, anche l’intrattenitore non poteva che far parte di queste categorie. Penso che non ci possa essere cabarettista più divertente di lui: Inesauribile nelle battute e nelle imitazioni, ci ha fatto fare un sacco di risate. Straordinario!
Fortunati, abbiamo anche goduto dell’ultima serata possibile dopo l’ordinanza del Governo, che prevede da ora la chiusura alle 18.
Paolo Pilla