Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/351: DOPPIO EAGLE ALL'ULTIMO GIRO, BERGER VINCE L'AT&T PEBBLE BEACH

Il 28enne sorpassa in volata NcNealy, crolla invece Molinari


STATI UNITI - Siamo in California, a Pebble Beach, nella Contea di Monterey, piccola comunità sulla costa del pacifico. Si gioca una Pro-Am atipica, che a causa dell’emergenza sanitaria non viene giocata in compagnia delle celebrità come d’uso, è quindi una normale...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/350: DUSTIN JOHNSON CONFERMA LA SUA LEADERSHIP MONDIALE AL SAUDI INTERNATIONAL

Azzurri nelle retrovie, 33esimo il vicentino Migliozzi


ARABIA SAUDITA - Questa settimana l’Eurotour ha messo in scena il Saudi International, al Royal Greens Golf and Country Club, a King Abdullah Economic City, in Arabia Saudita; ai tee di partenza, ci sono ben sette azzurri, che hanno l’opportunità di giocare con veri big: il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/349: IL TEXANO PATRICK REED FESTEGGIA ALL'INSURANCE FARMERS OPEN

Gran rimonta di un ritrovato Molinari: da 39° a decimo


LA JOLLA (USA) - Concluso l’American Express con l’ottavo posto in classifica, Francesco Molinari si trova ora impegnato nel Farmers Insurance Open, ancora in California, non più a La Quinta ma a La Jolla - San Diego, al Torrey Pines Golf Course che sorge sul posto dove...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Accordo tra amministrazioni municipali, Anci Veneto e Ulss 2

TAMPONI DAI MEDICI DI BASE, I COMUNI METTONO A DISPOSIZIONE GLI SPAZI

Individuate locali e aree drive in per chi non può farli in ambulatorio


TREVISO - I novantaquattro sindaci dell'Ulss 2, facendo squadra con l'azienda sanitaria, hanno individuato e messo a disposizione spazi al coperto e aree drive in per permettere l'effettuazione dei tamponi da parte dei medici di famiglia che non hanno la possibilità di farli nei propri ambulatori.

“Ringrazio i sindaci per la grande disponibilità e la collaborazione - afferma il presidente di Anci Veneto e sindaco di Treviso, Mario Conte -. Accogliendo la richiesta di intervenire per individuare spazi idonei per la somministrazione dei tamponi rapidi i primi cittadini, ancora una volta, danno un forte segnale di unità d’intenti, con la consapevolezza che fare fronte comune tra amministratori, in sinergia con le autorità sanitarie, in un momento come quello che stiamo vivendo, rappresenta un elemento di sicurezza in più per i cittadini e per i nostri medici di base, a beneficio della salute pubblica”.

"Desidero ringraziare – commenta Paola Roma, presidente della conferenza dei sindaci dell’Azienda Ulss 2 Marca trevigiana – i colleghi sindaci per la pronta risposta alla richiesta di disponibilità di spazi, pervenuta da Anci Veneto, per permettere ai medici di base di effettuare i tamponi ai propri assistiti in sicurezza, a beneficio dei nostri cittadini. La medesima disponibilità era già stata data dalle amministrazioni comunali in occasione della campagna di vaccinazione antinfluenzale promossa su larga scala dall’azienda sanitaria Ulss 2. Ancora una volta i sindaci della Marca trevigiana, e le presidenti dei comitati, Lisa Tommasella e Annalisa Rampin, lavorando in sinergia e condividendo modalità operative con l’Azienda Ulss2, per le quali ringrazio il Direttore Generale dr. Benazzi e tutti i suoi collaboratori sempre a disposizione di noi sindaci, sono a fianco di tutte le nostre comunità”.

“A tutte le amministrazioni comunali del territorio va il nostro più sentito ringraziamento per lo spirito di fattiva collaborazione dimostrato anche in questa occasione – sottolinea il direttore generale, Francesco Benazzi -. Da tutti i sindaci è arrivata l’immediata disponibilità a individuare spazi adeguati, in modo da permettere l’effettuazione dei tamponi ai medici di famiglia. Grazie agli spazi resi disponibili dai Comuni potremo superare eventuali problematiche legate alle sedi in cui far effettuare i tamponi ai medici di medicina generale, il cui supporto è fondamentale per far fronte nel migliore dei modi a questa seconda ondata della pandemia”.