Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/340: L'AUGUSTA MASTERS INCORONA DUSTIN JOHNSON

Insolita collocazione autunnale per l'ultimo major


AUGUSTA - Un Masters Tournament insolito, giocato a metà novembre anziché ad aprile, non primo, ultimo major. L’autunno propone tutt’altra scenografia rispetto al clima primaverile quando l’Augusta in Georgia ama fare sfoggio di un mare di fiori: distese di...continua

Attualità
PILLOLE DI GOLF/339: FRANCESCO MOLINARI, AL RIETRO, È 15° A HOUSTON

Carlos Ortiz regala al Messico un successo dopo 40 anni


HOUSTON (USA) - Francesco Molinari è tornato in campo per partecipare al Vivint Houston Open, torneo del PGA Tour in programma sul par 70 del Memorial Park Golf Course di Houston in Texas. Qualcuno lo definisce “la gara dei grandi ritorni”. Tra i più attesi, oltre a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/338: ALL'ASOLO GOLF IL TROFEO CA' DEL POGGIO

Evento tra sport, musica e convilità, con star Mal dei Primitives


SAN PIETRO DI FELETTO - Una partita di Golf coronata da una gustosissima serata. Centoquattro hanno partecipato alla gara: musicisti, cantanti o semplicemente amanti della musica, al seguito di Paul Bradley Couling, in arte Mal dei Primitives. Era la tappa finale del Challenge AICMG,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Con la pandemia scenario da dopoguerra, servono risposte straordinarie"

MASSIMILIANO PAGLINI, NUOVO SEGRETARIO GENERALE CISL BELLUNO TREVISO

Candidatura condivisa, l'elezione nel Consiglio di venerdì


TREVISO - È convocato per venerdì 13 novembre il Consiglio Generale della Cisl Belluno Treviso, chiamato ad eleggere il nuovo Segretario generale in seguito al recente ingresso di Cinzia Bonan nella Segreteria della Cisl del Veneto. Bonan, al timone della Unione territoriale di Belluno e Treviso dal 31 marzo 2017, lo scorso 6 ottobre, su proposta del Segretario generale della Cisl regionale, è stata infatti eletta nella Segreteria veneta con deleghe alle Politiche sociali e sanitarie, pubblico impiego, scuola, contrattazione e sviluppo del territorio, turismo, pari opportunità e migrazione.
La proposta di candidatura avanzata dal Segretario uscente dopo un intenso percorso di consultazioni con tutte le Federazioni di categoria che compongono la Cisl di Belluno Treviso è stata pienamente condivisa da tutto il gruppo dirigente e il Consiglio Generale venerdì sarà chiamato ad esprimersi sul nome di Massimiliano Paglini, 52 anni, attuale Segretario organizzativo e amministrativo dell’Unione.
“La candidatura di Paglini - spiega il segretario uscente Bonan - è l’esito di un percorso che premia il lavoro svolto in questo anno e mezzo da Massimiliano entrato in segreteria con deleghe pesanti quali l’organizzativo e amministrativo, maturando nel frattempo un forte riconoscimento delle sue capacità da parte dei Segretari delle Federazioni. È una scelta di un gruppo dirigente coeso e rafforzato dalla condivisione di obiettivi per salvaguardare gli interessi di lavoratrici, lavoratori, pensionate e pensionati in un momento drammaticamente difficile della nostra storia moderna. Si va infatti componendo accanto a Massimiliano una squadra di elevate competenze che esprime le migliori capacità sindacali della Cisl Belluno Treviso”.
Paglini ha iniziato l’attività sindacale nel mondo del credito nel 1991 come delegato di base, per entrare nel 2008 in Veneto Banca. Nel 2009 è stato eletto Segretario del Sindacato delle banche e delle assicurazioni della Cisl di Treviso e Segretario generale della First (ex Fiba) Cisl del Gruppo Veneto Banca, carica ricoperta fino al passaggio in Intesa San Paolo. Dal 2015 fino al suo ingresso come organizzativo nella Segreteria della Cisl Belluno Treviso nel 2019, ha guidato come Segretario generale la First Cisl territoriale, il più grande sindacato italiano nel settore finanziario nato dalla fusione tra la Fiba e la Dircredito.
“Ringrazio Cinzia Bonan e il Comitato esecutivo per aver condiviso questa candidatura - afferma Paglini -, è grande la mia riconoscenza per il lavoro svolto in questi lunghi anni nella Cisl territoriale. Sono onorato di essere stato designato come nuovo Segretario generale, farò tesoro del lavoro svolto assieme in questo anno e mezzo. Andrò a raccogliere una eredità importante che intendo affrontare con un lavoro di squadra che sarà fondamentale soprattutto in un periodo complesso come quello che stiamo attraversando”.
L’impatto delle misure di contenimento alla pandemia non risparmia neppure il Consiglio Generale Cisl, che si svolgerà da remoto, con un sistema elettronico a distanza che garantirà la votazione a scrutinio segreto prevista dal regolamento. I 132 membri del Consiglio si collegheranno via Zoom per partecipare ai lavori, che saranno aperti dalla relazione del Segretario uscente Bonan e conclusi dall’intervento del Segretario confederale nazionale Luigi Sbarra. I dirigenti sindacali saranno chiamati ad esprimersi in due distinte votazioni: una per eleggere il Segretario generale e una seconda per la nuova Segreteria, visto che - da regolamento Cisl - con le dimissioni del Segretario generale la Segreteria decade.
“La seconda ondata di Covid-19 obbliga a rivedere la formula dell’appuntamento - spiega Bonan -. La Cisl territoriale d’altronde ha dimostrato da subito una grande capacità di adattamento organizzativo, garantendo durante tutto il periodo di lockdown il funzionamento dei servizi da remoto, l’accesso alle sedi solo su appuntamento e la connessione costante con i propri iscritti con modalità online nella totale garanzia del mantenimento dei servizi”.
Lo dimostrano i numeri delle pratiche espletate dal sistema dei servizi Cisl dopo il lockdown, quando la richiesta di assistenza è stata elevatissima, anche in conseguenza dei diversi decreti a sostegno del reddito: le domande legate all’emergenza Coronavirus come reddito di emergenza, bonus e congedi parentali Covid dallo scorso marzo rappresentano il 60% delle pratiche elaborate dai patronati Inas di Belluno e Treviso. Il Caf, con operatività da remoto, un nuova sistema per la compilazione online della dichiarazione dei redditi e una rimodulazione degli orari, è riuscito a mantenere i livelli di lavoro degli anni precedenti, chiudendo la campagna fiscale sui numeri dell’anno precedente, elaborando ben 64.408 dichiarazioni 730 e recuperando i mesi di lockdown tenendo aperti gli uffici nel mese di agosto e aumentando il personale.
“Anche il sistema dei servizi di supporto ai lavoratori delle imprese artigiane - sottolinea il Segretario generale aggiunto Rudy Roffarè - è stato sommerso dalle domande. Basti pensare alle richieste di cassa integrazione per i lavoratori delle imprese artigiane, gli assegni del Fondo di Solidarietà Bilaterale per l’Artigianato arrivati con mesi di ritardo nei conti correnti dei lavoratori: l’anno scorso il nostro sportello aveva caricato in totale fra Treviso e Belluno 1.170 domande; quest’anno siamo arrivati al numero incredibile di 14.462 pratiche, con un grandissimo sforzo operativo e organizzativo da parte di tutti, dirigenti e sportellisti”.
Numeri che si vanno a sommare a quelli “ordinari”: 105.935 pratiche elaborate dal Caf nel 2019 di cui 64.761 dichiarazioni 730, 64.301 dai patronati Inas di Treviso e di Belluno, 353 lavoratori in Partita Iva assistiti, 1.300 contratti avviati per colf e badanti, 124 domande di cittadinanza presentate, 973 pratiche fra vertenze collettive e individuali e procedure concorsuali seguite dall’Ufficio vertenze, per offrire assistenza e puntualità ai 93.089 iscritti della Cisl Belluno Treviso.

Galleria fotograficaGalleria fotografica