Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/351: DOPPIO EAGLE ALL'ULTIMO GIRO, BERGER VINCE L'AT&T PEBBLE BEACH

Il 28enne sorpassa in volata NcNealy, crolla invece Molinari


STATI UNITI - Siamo in California, a Pebble Beach, nella Contea di Monterey, piccola comunità sulla costa del pacifico. Si gioca una Pro-Am atipica, che a causa dell’emergenza sanitaria non viene giocata in compagnia delle celebrità come d’uso, è quindi una normale...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/350: DUSTIN JOHNSON CONFERMA LA SUA LEADERSHIP MONDIALE AL SAUDI INTERNATIONAL

Azzurri nelle retrovie, 33esimo il vicentino Migliozzi


ARABIA SAUDITA - Questa settimana l’Eurotour ha messo in scena il Saudi International, al Royal Greens Golf and Country Club, a King Abdullah Economic City, in Arabia Saudita; ai tee di partenza, ci sono ben sette azzurri, che hanno l’opportunità di giocare con veri big: il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/349: IL TEXANO PATRICK REED FESTEGGIA ALL'INSURANCE FARMERS OPEN

Gran rimonta di un ritrovato Molinari: da 39° a decimo


LA JOLLA (USA) - Concluso l’American Express con l’ottavo posto in classifica, Francesco Molinari si trova ora impegnato nel Farmers Insurance Open, ancora in California, non più a La Quinta ma a La Jolla - San Diego, al Torrey Pines Golf Course che sorge sul posto dove...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Botter: "Potrebbe portare a iniziative di protesta"

TEXA, TENSIONE AZIENDA - SINDACATO SUL CONTRATTO INTEGRATIVO

La Fiom accusa l'atteggiamento di chiusura dell'impresa


MONASTIER - Entrato per la prima volta in assoluto alla Texa di Monastier il Sindacato chiede ai vertici della società leader nel settore della diagnostica per automotive di avviare un percorso per l’istituzione di un Contratto Collettivo Aziendale, ma trova la porta chiusa. “Tale chiusura da parte dell’impresa a qualunque forma di dialogo e confronto - dichiara il leader della FIOM CGIL trevigiana Enrico Botter - potrebbe portare a future iniziative di rivendicazione e protesta a sostegno delle legittime richieste delle lavoratrici e dei lavoratori di Texa Spa”.
Il 3 novembre scorso le rappresentanze territoriali della categoria e la delegazione sindacale composta da 6 Rsu della FIOM CGIL, elette a febbraio 2020, hanno incontrato l’Azienda per avviare una trattativa per la definizione di un contratto collettivo aziendale che, nel rispetto delle regole stabilite dal Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro, vada principalmente a definire regole chiare e condivise per lo smart working anche al di fuori dell’attuale stato di emergenza determinato dal Covid 19, un piano welfare articolato su più beni e servizi e non soltanto legato alla logica del buono carburante e un premio di risultato su più indicatori per la redistribuzione della produttività aziendale.
“Una contrattazione aziendale dunque - spiega il segretario generale della FIOM CGIL di Treviso Enrico Botter - che sappia migliorare la redistribuzione della ricchezza prodotta, ma che ponga anche l’accento, in termini di risposte concrete, alle condizioni lavorative e in particolare al rapporto tra i tempi di vita e lavoro. L’incontro, infatti, è stata l’occasione per fare un bilancio dell’attuale situazione epidemiologica e di come quest’ultima stia condizionando l’attività aziendale e fortunatamente, nonostante le grandi incertezze della fase e dei mercati, la solidità e la reattività dell’impresa è stata tale da permettere una sostanziale tenuta dei conti aziendali. Nonostante la tenuta della produttività aziendale e il quotidiano impegno dei lavoratori in questa difficilissima fase emergenziale, Texa si è detta indisponibile ad avviare tale confronto e a comprendere le ragioni dei propri dipendenti. Una posizione di rigidità e chiusura questa che potrebbe preannunciare possibili future iniziative di protesta e rivendicazione dei lavoratori”.