Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/341: COME FUNZIONA LA QUALYFING SCHOOL?

Alla scoperta dei tornei che promuovono alle competizioni maggiori


TREVISO - Questa settimana andiamo a vedere da vicino come funziona la “Qualifying School”, la serie di tornei dell’Alps Tour che promuovono i talenti mondiali a ottenere la “carta” che permette di partecipare alle competizioni, e come sono regolate le classifiche...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/340: L'AUGUSTA MASTERS INCORONA DUSTIN JOHNSON

Insolita collocazione autunnale per l'ultimo major


AUGUSTA - Un Masters Tournament insolito, giocato a metà novembre anziché ad aprile, non primo, ultimo major. L’autunno propone tutt’altra scenografia rispetto al clima primaverile quando l’Augusta in Georgia ama fare sfoggio di un mare di fiori: distese di...continua

Attualità
PILLOLE DI GOLF/339: FRANCESCO MOLINARI, AL RIETRO, È 15° A HOUSTON

Carlos Ortiz regala al Messico un successo dopo 40 anni


HOUSTON (USA) - Francesco Molinari è tornato in campo per partecipare al Vivint Houston Open, torneo del PGA Tour in programma sul par 70 del Memorial Park Golf Course di Houston in Texas. Qualcuno lo definisce “la gara dei grandi ritorni”. Tra i più attesi, oltre a...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Eventi e conferenze in programma sul web

A CORDIGNANO LA BIBLIOTECA DIVENTA DIFFUSA E CONSEGNA I LIBRI A CASA

Possibile ritirarli anche in tre negozi cittadini


CORDIGNANO - Se i lettori non possono andare in biblioteca, la biblioteca va a casa loro!
Con la chiusura dei “luoghi della cultura” che comprendono anche le biblioteche, dovuta al Dpcm 3 novembre 2020, la Biblioteca civica di Cordignano ha deciso di reinventarsi per portare la cultura a casa dei propri cittadini. Già durante il primo lockdown la biblioteca non si era fermata e aveva deciso di garantire il servizio di prestito attraverso le consegne a domicilio. Nell’attuale periodo di restrizioni la biblioteca torna a riflettere su come garantire i servizi ai propri cittadini con modalità alternative.
“Il concetto di biblioteca diffusa è un’idea alla quale già da tempo stiamo lavorando - dice l’assessore alla Cultura, Giada Della Libera - e ne è esempio il Patto per la lettura sottoscritto nel 2018 da numerose associazioni locali, alcune attività commerciali e privati cittadini. Una dichiarazione d’intenti per creare una rete locale di promozione della lettura e della cultura in senso più ampio".
È da questo progetto che nasce la voglia di pensare ad una biblioteca che esca dal proprio edificio per mostrarsi in luoghi e momenti della vita quotidiana non usuali. “Visti anche i numerosi acquisti effettuati nell’ultimo periodo grazie al contributo ministeriale previsto dal Decreto Rilancio per il sostegno alla filiera del libro, la biblioteca è ricca di proposte per tutti i gusti e le età. Da novembre è quindi possibile prenotare i libri e farseli consegnare a casa oppure farseli portare in uno dei punti di raccolta, ovvero tre esercizi commerciali del centro paese che hanno dato la loro disponibilità a collaborare: La Scatola dei Giochi, La Sognivendola e la Cartoleria Da Elio".
Rimane sempre attivo un ricco servizio di biblioteca digitale che propone numerosi e-book, audiolibri, film e riviste da sfogliare comodamente sul proprio divano di casa, il tutto ovviamente a titolo gratuito. Per prenotazioni, iscrizioni o qualsiasi altro tipo di informazione, le bibliotecarie sono sempre disponibili a rispondere al telefono o alla mail (0438-779775, 377-1689338, biblioteca@comune.cordignano.tv.it).


Anche le numerose attività culturali che la biblioteca era solita organizzare, non si fermano e vengono ora riviste in chiave digitale. Evento di prova è stato l’incontro on-line con il dottor Alberto Pellai, medico e psicoterapeuta dell’età evolutiva, che ha condotto un dialogo con i genitori sulle sfide educative che stiamo affrontando in questo periodo di emergenza sanitaria, a partire dal suo ultimo libro “Mentre la tempesta colpiva forte”.
Il progetto “Genitori al centro” è dedicato alle famiglie con bambini da 0 a 3 anni e si traduce in un ciclo di sei incontri on-line condotti dalla dottoressa Ilaria Baldin, psicologa ed educatrice. Anche i nutriti rapporti con le scuole del territorio non si fermano. “Ci dispiaceva abbandonare le progettualità costruite negli anni e, vista l’impossibilità di svolgere attività in presenza, abbiamo riformulato il tutto con incontri on-line". Fortunatamente le attività ricreative per bambini e ragazzi sono ancora ammesse pertanto continuano i laboratori scientifici del sabato pomeriggio in programma per novembre e dicembre, salvo nuove e più limitanti disposizioni.
Si sta lavorando anche ad altre proposte “a distanza” da realizzare nel prossimi mesi grazie al continuo lavoro svolto dalle bibliotecarie Laura e Dayliana. “È una grande soddisfazione - conclude l'assessore - vedere come, nonostante le restrizioni, la cultura non si fermi e ci si stia prodigando per riadattare anche i servizi più tradizionali alla nuova situazione".