Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/346 - CAMPI/30: IL GOLF CLUB ACAYA

Nel cuore del Salento un percorso ricco di fascino e sorprese


VERNOLE (LE) - Siamo nel Salento, nel Leccese, una bella, generosa terra. Una lunghissima teoria di ulivi fa guida per arrivare all’elegante resort “Double Tree by Hilton Acaya”, inserito nel verde della macchia mediterranea, 100 ettari di pregiata vegetazione spontanea....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Rilevatori approvati da specifici decreti

VELOX DI TREVISO: REGOLARMENTE APPROVATI

Gallo: "Sistemi di misurazione validi ed efficaci"


TREVISO - Gli autovelox installati sulla tangenziale e regolarmente approvati anche se non omologati possono essere utilizzati per la rilevazione delle sanzioni. A ribadirlo è il Ministero dei Trasporti in una recentissima circolare firmata qualche giorno fa dal direttore del Dipartimento per i Trasporti, direzione generale per la sicurezza stradale, Giovanni Lanati.
La circolare spiega la procedura di approvazione dei sistemi: «Una volta acquisite e verificate tutte le certificazioni necessarie», scrive il direttore Lanati. «viene richiesto il parere al Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, massimo organo tecnico consultivo dello Stato, che si pronuncia sul dispositivo proposto, valutandone l’efficienza tecnica e l’idoneità a svolgere la funzione per la quale è richiesta l’approvazione/omologazione. In caso di esito favorevole, viene emanato un decreto dirigenziale che autorizza il titolare della richiesta alla commercializzazione dei diversi esemplari del dispositivo, da produrre in conformità al prototipo depositato all’atto della richiesta di omologazione o approvazione».
«La circolare ribadisce che non vi è distinzione tra approvazione e omologazione, a conferma del fatto che sotto il profilo giuridico sono assolutamente equivalenti», sottolinea il comandante della Polizia Locale Andrea Gallo. «La circolare si conclude con una affermazione chiara e definitiva: “I decreti di approvazione dei diversi sistemi di regolazione e controllo della circolazione e, in particolare, dei sistemi di misurazione della velocità, sono tecnicamente validi ed efficaci ai fini dell’accertamento del superamento del limite di velocità e della contestazione della relativa infrazione».
Il Comandante della Polizia Locale di Treviso ribadisce dunque, a seguito di alcune notizie apparse sulla stampa, che «I velox di Treviso sono regolarmente approvati da specifici decreti per cui i verbali sono legittimi come ancora una volta specificato dal Ministero».