Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/346 - CAMPI/30: IL GOLF CLUB ACAYA

Nel cuore del Salento un percorso ricco di fascino e sorprese


VERNOLE (LE) - Siamo nel Salento, nel Leccese, una bella, generosa terra. Una lunghissima teoria di ulivi fa guida per arrivare all’elegante resort “Double Tree by Hilton Acaya”, inserito nel verde della macchia mediterranea, 100 ettari di pregiata vegetazione spontanea....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'appello del primario Mantovan: "Non trascurate le patologie al cuore"

CARDIOLOGIA DI CONEGLIANO, OPERATI D'URGENZA DUE PAZIENTI COVID POSITIVI

Interventi in sicurezza per un infarto e un arresto completo


CONEGLIANO - L’emergenza sanitaria legata al Covid ha modificato inevitabilmente alcune modalità operative e di intervento nei reparti ospedalieri. La cardiologia di Conegliano, diretta dal dottor Roberto Mantovan, ha continuato, durante tutta la pandemia, a seguire i pazienti cardiologici mantenendo il numero di procedure e ricoveri degli anni precedenti. “Le patologie cardiovascolari continuano a mietere vittime e non possono essere trascurate, anche nei pazienti Covid positivi - sottolinea Mantovan -. Nell’ultima settimana sono stati due i casi urgenti affrontati, complicati dalla presenza del Covid. Il primo ha riguardato una persona colpita da infarto su cui abbiamo effettuato un’angioplastica in urgenza. Nel secondo caso, invece, abbiamo impiantato su un paziente positivo in blocco completo, prima di poterlo ricoverare con sicurezza in reparto Covid".
"Anche durante il precedente lockdown - ricorda il medico - abbiamo dovuto affrontare urgenze interventistiche in pazienti Covid. Il primo impianto di pace maker in un paziente positivo, durante la prima ondata epidemica di marzo, ha portato alla pubblicazione del caso in una rivista scientifica internazionale, ora, invece, rientra in una sorta di routine, ma è facile capire quale sforzo aggiuntivo possa richiedere. L’emergenza Covid ha complicato, inevitabilmente, la gestione e la quotidianità lavorativa, già complessa di suo. Per questo devo ringraziare tutti gli operatori della cardiologia, in primis il personale infermieristico, ma anche medico ed amministrativo, per la professionalità, sicurezza e disponibilità che ha dimostrato in questo periodo e che ha consentito di creare e attuare nuove modalità operative. Più che angeli credo sia più corretto definirli grandi professionisti con un grande cuore".

Dal primario Mantovan arriva, anche, un appello: “E’ molto importante che i pazienti cardiologici, anche in questo periodo di emergenza, effettuino regolarmente i loro controlli. I pazienti con problematiche cardiologiche possono e devono recarsi in ospedale tranquillamente. Anche i pazienti Covid positivi con problematiche cardiologiche possono essere curati in sicurezza".