Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/346 - CAMPI/30: IL GOLF CLUB ACAYA

Nel cuore del Salento un percorso ricco di fascino e sorprese


VERNOLE (LE) - Siamo nel Salento, nel Leccese, una bella, generosa terra. Una lunghissima teoria di ulivi fa guida per arrivare all’elegante resort “Double Tree by Hilton Acaya”, inserito nel verde della macchia mediterranea, 100 ettari di pregiata vegetazione spontanea....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Controlli della Guardia di Finanza nella Riviera del Brenta

SEQUESTRATE A MIRANO 200 BORSE DA VIAGGIO NON SICURE

Sanzioni e confisca della merce ad attività di stranieri


VENEZIA - Nel corso di controlli eseguiti presso due negozi gestiti da cittadini di origine straniera, siti in Mira e Campagna Lupia, i finanzieri della Compagnia di Mirano hanno rinvenuto e sottoposto a sequestro amministrativo oltre 200 prodotti (principalmente borse da viaggio e trolley) per un valore commerciale di circa 4.500 euro.
La merce, per la gran parte posta in vendita confezionata in anonimi involucri di plastica, è risultata priva di etichettatura o comunque non riportava le informazioni minime previste dalla legge a tutela della sicurezza dei consumatori.
I responsabili delle attività commerciali sono stati segnalati alla Camera di Commercio di Venezia Rovigo per l’irrogazione delle sanzioni pecuniarie, nonché per l’applicazione della sanzione accessoria della confisca dei prodotti sequestrati, che vanno considerati non sicuri per i consumatori.