Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/346 - CAMPI/30: IL GOLF CLUB ACAYA

Nel cuore del Salento un percorso ricco di fascino e sorprese


VERNOLE (LE) - Siamo nel Salento, nel Leccese, una bella, generosa terra. Una lunghissima teoria di ulivi fa guida per arrivare all’elegante resort “Double Tree by Hilton Acaya”, inserito nel verde della macchia mediterranea, 100 ettari di pregiata vegetazione spontanea....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Panazzolo: "Servono incentivi per rimettere in circolo la liquidità ferma"

"BENE GLI AIUTI ALLE IMPRESE, MA ORA RILANCIARE GLI INVESTIMENTI"

Giudizio positivo di Cna Treviso sul Ristori Quater


TREVISO - Giudizio positivo della CNA sul decreto ristori-quater, ma, per l’associazone artigiana, bisogna ora rilanciare gli investimenti per evitare la recessione.
«Le misure che vanno nella direzione di dare respiro alle imprese, come quelle del ristori-quater, sono sempre positive e su questo fronte nel 2020 si è fatto molto – commenta Mattia Panazzolo, direttore di CNA territoriale Treviso – ma quello che serve in questo momento è rilanciare l’economia e lo si può fare solo attraverso un forte sostegno agli investimenti di imprese e famiglie».

L’Italia è un Paese super patrimonializzato. La ricchezza complessiva (immobili, strumenti finanziari, depositi, liquidità, etc.) è pari a 8 volte il reddito del Paese (che nel 2019 valeva 1200 miliardi di euro). Basti pensare che il solo risparmio gestito nel 2020 ha toccato il record di 2336 miliardi, quasi il valore del debito pubblico nazionale. Questa situazione costituisce un unicum in Europa. Le richieste di alcune forze politiche al Governo di tassare i grandi patrimoni nasce da questa fotografia della situazione finanziaria e patrimoniale globale del nostro paese. Ma, per la CNA non è la soluzione. La scelta deve essere un’altra: favorire gli investimenti privati, unico strumento in grado di far ripartire l’economia.

«In Italia, a differenza degli altri maggiori partner europei, il patrimonio privato è molto rilevante e la pandemia ha incrementato ulteriormente la propensione al risparmio anche in provincia di Treviso sia da parte della aziende che dei privati, perché in tempo di crisi la tendenza naturale di tutti è quella di “mettere il fieno in cascina” – spiega Panazzolo -. Il problema è che così l’economia si blocca e si entra in una spirale recessiva. A causa di questa situazione di incertezza, chi valutava di effettuare degli investimenti li annulla o li posticipa. Vanno pertanto creati i giusti incentivi affinché risulti vantaggioso rimettere in circolo l'eventuale liquidità accantonata. Il Superbonus è un provvedimento che va in tal senso, come lo fu Industria 4.0. Il nostro auspicio è che il Governo si muova in questa direzione ricalibrando la legge di bilancio in ottica di maggior rilancio dell'economia».