Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/346 - CAMPI/30: IL GOLF CLUB ACAYA

Nel cuore del Salento un percorso ricco di fascino e sorprese


VERNOLE (LE) - Siamo nel Salento, nel Leccese, una bella, generosa terra. Una lunghissima teoria di ulivi fa guida per arrivare all’elegante resort “Double Tree by Hilton Acaya”, inserito nel verde della macchia mediterranea, 100 ettari di pregiata vegetazione spontanea....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, in arrivo altre 3 videocamere mobili

LOTTA AGLI ECOVANDALI, SETTE SANZIONI PER ABBANDONO DI RIFIUTI

Responsabili individuati grazie alle telecamere di videosorveglianza


TREVISO - Le telecamere di videsorveglianza fisse e mobili installate nel territorio comunale, hanno immortalato in due giorni e in quattro punti diversi ben sette eco-vandali, sanzionati con una multa da 400 euro ciascuno.

Le zone dove sono stati elevati verbali riguardano l’area antistante la Tower House di Via Pisa, viale Luzzatti, Vicolo Caposile e la zona dello stadio comunale.

In via Pisa sono stati immortalati dalle telecamere due operai che avevano terminato le pulizie di un garage e una coppia di coniugi che di notte hanno depositato dei rifiuti domestici. «Abbiamo telecamere che riescono a vedere anche nell’oscurità utili a individuare gli autori di questo tipo di condotte» ha spiegato il comandante della Polizia Locale Andrea Gallo.

Ottimi i risultati anche in vicolo Caposile dove l’installazione della telecamera mobile ha iniziato a risolvere l’annoso problema del quadrante, oggetto di continui abbandoni. Negli ultimi quindici giorni, da quando è stata montata la telecamera mobile, è stato registrato un solo abbandono e il responsabile, che ha agito in piena tranquillità alle tre del pomeriggio, è stato individuato grazie a questo occhio elettronico che è possibile spostare dove necessario senza particolari installazioni o collegamenti.

In vicolo Caposile l’eco-vandalo ha avuto comportamenti doppiamente scorretti: Oltre a lasciare due sacchetti in strada ha depositato altri sacchetti nei bidoncini di altri condomini. Per questo sarà sanzionato in base al regolamento applicato da Priula».

Altri due eco-vandali sono stati individuati dalla videosorveglianza fissa: in viale Luzzatti un cittadino residente a Treviso è stato sanzionato per la seconda volta e verrà segnalato all’autorità giudiziaria per turbativa del pubblico servizio di raccolta rifiuti. Un secondo abbandono è stato registrato vicino allo stadio dove le telecamere, in orario notturno, sono riuscite a individuare il responsabile che ha ricevuto il verbale da 400 euro.

Per stanare gli eco-vandali sono in arrivo altre tre telecamere mobili che saranno installate in alcuni punti della città, dove vengono segnalati gli abbandoni.

Prossimamente verrà concretizzata un’ ulteriore iniziativa per i condòmini che violano le regole: «Chiederemo agli amministratori condominiali di esporre all’interno dei condomini copia dei verbali», ha detto Gallo. «Ovviamente saranno oscurati dei dati sensibili relativi ai responsabili, per far comprendere la gravità dei comportamenti e come deterrente per chi non rispetta le regole».