Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/343: IL DUBAI CHAMPIONSHIP AL PARIGINO ANTOIONE ROZIER

Eccellente secondo posto per Francesco Laporta


DUBAI - Questa settimana l’European Tour era impegnato in due appuntamenti: uno in Sudafrica, il South African Open, terzo evento che si celebra lì quest’anno, l’altro Il Dubai Championship, negli Emirati Arabi. Noi seguiamo questo di Dubai, penultimo appuntamento della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Zaia: "Non andate nel Bellunese"

TREGUA AL MALTEMPO IN VENETO, MA TORNERÀ A PIOVERE

Rischio valanghe, grossa frana in Val di Zoldo


BELLUNO - Tregua al maltempo che ha investito in questi giorni il Veneto e ha visto fiumi e torrenti in piena, numerose frane, abitazioni allagate e cedimenti del terreno. Questo lo scenario degli ultimi giorni in regione, dove c’è ancora allerta rossa e sono previste nuove piogge. Il Governatore Luca Zaia ha chiesto lo stato di emergenza.
La situazione è particolarmente complessa in Cadore, in provincia di Belluno. Nelle prime ore di ieri acqua e detriti hanno invaso la statale 51 di Alemagna nel tratto di Valesina di Valle di Cadore. Passo Cibiana è rimasto bloccato a causa di una colata detritica. Interrotta anche la Val di Zoldo a causa di una frana a Mezzocanale che ha invaso la carreggiata.
Complicata la viabilità per Gosaldo, rimasto isolato a causa del crollo di un ponte nel quale è stato coinvolto anche un mezzo dei vigili del fuoco.
Sono stati oltre 600 gli interventi eseguiti dai Vigili del fuoco in Veneto per il maltempo.
A causa del rischio di frane e valanghe di questi giorni, Zaia ha invitato tutti i cittadini ad evitare di dirigersi verso il bellunese, dove collegamenti e viabilità sono in crisi per le piogge, nevicate e smottamenti.
"E' caduta più acqua che nel 2010 - ha affermato Zaia. Ora siamo in un momento di tregua, ma tornerà a piovere".
"C'è un elevato rischio di valanghe - ha affermato l'Assessore Bottacin - perché prima c'è stata molta neve, poi si è alzata la temperatura in modo anomalo per essere a dicembre, infine le temperature si sono abbassate ed è caduta altra neve. Perciò è necessario evitare gli spostamenti in montagna, verso il Bellunese."
Smottamenti importanti hano interessato la Strada provinciale 251 e la situazione in Val di Zoldo è la più preoccupante: ci sono strade ostruite da alberi caduti e dalla neve, frane e smottamenti.
A Misurina sta riaprendo la viabilità e a Torri di Quartesolo, dopo l'esondazione di un canale, la situazione si sta pian piano normalizzando.

Permangono le chiusure e le limitazioni al traffico lungo la strada statale 52 e la strada statale 51 attuate nel corso del week end, ma nel frattempo, a causa della presenza di alberi presenti in carreggiata, la strada statale 52 è stata chiusa al traffico, dal km 88,700 al km 91,200. Al fine di ripristinare la viabilità sono presenti sul posto sia le squadre Anas che i Vigili del Fuoco. Al lavoro per ripristinare i cavi elettrici danneggiati anche il personale della Società Enel.