Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/343: IL DUBAI CHAMPIONSHIP AL PARIGINO ANTOIONE ROZIER

Eccellente secondo posto per Francesco Laporta


DUBAI - Questa settimana l’European Tour era impegnato in due appuntamenti: uno in Sudafrica, il South African Open, terzo evento che si celebra lì quest’anno, l’altro Il Dubai Championship, negli Emirati Arabi. Noi seguiamo questo di Dubai, penultimo appuntamento della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Accordo concluso con Confcommercio e parti sociali

PREMIO COVID DI 300 EURO PER I DIPENDENTI SME

Si amplia sempre più il pacchetto welfare dell'azienda


TREVISO - In tempo di restrizioni, cali di fatturato ed incertezze per tutto il comparto del commercio, nei 9 negozi SME del Triveneto arriva il premio straordinario Covid per i dipendenti di 300 euro. Un risultato che si inquadra nel grande impegno dell’azienda per garantire un welfare sempre più elevato ai propri dipendenti, ottenuto grazie all’assistenza di Unascom-Confcommercio e al buon rapporto con le rappresentanze di Fisascat-Cisl. Sono interessati circa 1000 lavoratori, dei quali 2/3 uomini e 1/3 donne.
“La decisione”- spiega Paolo Anastasia, direttore delle risorse umane – “nasce dalla volontà di compensare, almeno in parte, le perdite subite dalla cassa integrazione nei mesi del primo lockdown ma anche di riconoscere l’impegno dei dipendenti nella riapertura e nell’applicazione di tutte le norme di prevenzione della salute e di contrasto alla diffusione del virus. L’impegno di tutti ci garantisce dei punti vendita sicuri, anche negli orari di maggior afflusso, ed una maggior tranquillità da parte dei consumatori che, in un momento complesso come questo, vedono concretamente rispettata la salute collettiva”.
SME ha investito molto in formazione, comunicazione, segnaletica, acquisto di presidi e prodotti, intensificazione delle igienizzazioni: “questo”- confermano i vertici dell’azienda- “significa convivere con il virus, abbiamo cambiato profondamente l’approccio e ridefinito spazi e rapporto con la nostra clientela. Tutti i lavoratori hanno partecipato attivamente a questo processo rigoroso che è diventato, in realtà, un percorso di crescita virtuoso e di evoluzione dei nostri punti vendita”. In Veneto SME ha 5 punti vendita, e la sede legale a Cessalto. In foto, lavoratori della sede di Susegana.