Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
SETTIMANA CON TANTI PROTAGONISTI ITALIANI, IN EUROPA E IN AMERICA

o Scottish Open, il Marathon LPGA Classic, il Challenge Tour, il Symetra Tour


Francesco Molinari, e altri sette azzurri sono a North Berwick, per il secondo torneo 2021 della Serie Rolex, l’Aberdeen Scottish Open.A far compagnia a Francesco ci sono Guido Migliozzi, Edoardo Molinari, Francesco Laporta, Renato Paratore, Nino Bertasio, Lorenzo Gagli e Andrea Pavan. Questi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/353: UOMINI & DONNE, SETTIMANA DI GRANDI TORNEI

Si sono giocati Wgc e PortoRico Open e Gainbridge Lpga


STATI UNITI - Questa settimana il PGA si sdoppia, mette in campo il World Golf Championships a Bradenton in Florida, e il Puerto Rico Open a Rio Grande in Porto Rico. Oltre a questi due, ad attrarre l’attenzione c’è il secondo evento stagionale del massimo circuito americano...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/352: FINALE A SORPRESA AL GENESIS, HOMA VINCE AL SUPPLEMENTARE

Il beniamino di casa supera all''ultimo giro Burns, sempre in testa


LOS ANGELES (USA) - Era alla 95esima edizione questo torneo del PGA Tour, a cui hanno partecipato ben otto tra i migliori dieci giocatori al mondo. Si è disputato al Riviera Country Club, nel Temescal Gateway Park, situato entro i confini della città di Los Angeles; un territorio...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Tra le priorità del prossimo mandato la rigenerazione urbana

PENSIONATI CGIL TREVISO, BISCARO RACCOGLIE IL TESTIMONE DA BARBIERO

Anche il segretario nazionale Pedretti al cambio al vertice del sindacato


TREVISO - Alla presenza del segretario generale dello Spi Cgil nazionale Ivan Pedretti, è stato eletto oggi, il nuovo leader dei pensionati della CGIL trevigiana. Con 59 voti favorevoli e una scheda bianca Vigilio Biscaro raccoglie, in termini di numero di iscritti e di progettualità messe in campo, il grande lascito di Paolino Barbiero che conclude otto anni di mandato alla guida dello Spi di Treviso.
Classe 1952, trevigiano doc, residente a Villorba. Il lungo corso sindacale di Biscaro inizia negli anni ’80, militando per la Cgil come componente del Consiglio di fabbrica in un’industria della carta del trevigiano. Ha poi ricoperto il ruolo di segretario provinciale dell’allora Filis Cgil, dal 1985 al 1989, per passare successivamente ai metalmeccanici come segretario generale della FIOM CGIL Destra Piave e membro del Direttivo nazionale dal 1989 al 1996. Un altro incarico per un’altra categoria, dal 2006 fino al pensionamento, del 2019, è stato membro della segreteria provinciale della Fillea Cgil. Da sempre uomo di sinistra, dal 1975 al 1980 è stato, inoltre, consigliere comunale per il Pci a Villorba, dove ha ricoperto anche il ruolo di segretario della sezione del partito.
A Biscaro il compito di guidare il sindacato dei pensionati della CGIL di Treviso in questo difficile momento raccogliendo, in particolare, il grande patrimonio della contrattazione sociale costruito negli anni da Paolino Barbiero, che per la CGIL seguirà nuovi progetti che guardano alla rigenerazione urbana nel territorio della Marca. Lo Spi Cgil di Treviso oggi conta oltre 42mila iscritti, confermandosi da anni la maggiore organizzazione di pensionati in Veneto.
Le linee guida del nuovo mandato? “Dare continuità al lavoro finora portato avanti dalla categoria dei pensionati - risponde il neo segretario - per dare sempre di più voce a questo popolo di cittadini, ai loro bisogni e alle loro peculiarità, portandole all’attenzione delle Istituzioni e degli stakeholder del nostro territorio, anche attraverso un maggior coinvolgimento della Confederazione e delle categorie dei lavoratori più vicine alle problematiche della Sanità, degli anziani e delle donne". "Abbiamo l'ambizione di avviare un percorso di contrattazione sociale in ambito sovracomunale che guardi alla fusione dei Comuni e alla rigenerazione delle aree depresse del territorio e delle nostre città – ha aggiunto Biscaro -. Un lavoro collettivo che prevede l’impegno di tutta la squadra dello SPI a tutti i livelli di rappresentanza, che pensiamo sempre più formata e preparata a cogliere le sfide della contemporaneità e della digitalizzazione”.