Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
SETTIMANA CON TANTI PROTAGONISTI ITALIANI, IN EUROPA E IN AMERICA

o Scottish Open, il Marathon LPGA Classic, il Challenge Tour, il Symetra Tour


Francesco Molinari, e altri sette azzurri sono a North Berwick, per il secondo torneo 2021 della Serie Rolex, l’Aberdeen Scottish Open.A far compagnia a Francesco ci sono Guido Migliozzi, Edoardo Molinari, Francesco Laporta, Renato Paratore, Nino Bertasio, Lorenzo Gagli e Andrea Pavan. Questi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/353: UOMINI & DONNE, SETTIMANA DI GRANDI TORNEI

Si sono giocati Wgc e PortoRico Open e Gainbridge Lpga


STATI UNITI - Questa settimana il PGA si sdoppia, mette in campo il World Golf Championships a Bradenton in Florida, e il Puerto Rico Open a Rio Grande in Porto Rico. Oltre a questi due, ad attrarre l’attenzione c’è il secondo evento stagionale del massimo circuito americano...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/352: FINALE A SORPRESA AL GENESIS, HOMA VINCE AL SUPPLEMENTARE

Il beniamino di casa supera all''ultimo giro Burns, sempre in testa


LOS ANGELES (USA) - Era alla 95esima edizione questo torneo del PGA Tour, a cui hanno partecipato ben otto tra i migliori dieci giocatori al mondo. Si è disputato al Riviera Country Club, nel Temescal Gateway Park, situato entro i confini della città di Los Angeles; un territorio...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'iniziativa in collaborazione con Comue, Cesana Malanotti e Ulss

GLI STUDENTI DEL LICEO FLAMINIO STUDIANO L'ASSISTENZA AGLI ANZIANI

Progetto dei ragazzi di Scienze umane sulla terza età


VITTORIO VENETO - Lunedì prossimo, 21 dicembre, alle 18, gli allievi della classe 5^ A Scienze Umane del Liceo “Marco Flaminio” presenteranno alla cittadinanza l’esito conclusivo di un progetto triennale, che li ha visti impegnati in una partnership condotta insieme ai Servizi Sociali del Comune di Vittorio Veneto, all’ente Cesana Malanotti e alla locale azienda sanitaria.
Il progetto si è concentrato sulla messa in luce di alcune tematiche relative alla terza età e ha portato gli studenti a conoscere strumenti, procedure e figure professionali coinvolte nella cura e nell’assistenza della persona anziana. «L'iniziativa - spiega la preside Emanuela Da Re - nasce all'interno della già collaudata sinergia tra l'Amministrazione Comunale ed il Liceo Flaminio. Assume, in questo tempo, un ulteriore valore in quanto ha offerto una duplice, grande, opportunità agli studenti: da un lato, contribuire a far loro comprendere quanto le attività a supporto dell’ambito sociale siano rilevanti e necessitino di professionalità specifiche e competenti, dall'altro, mettere loro nella condizione di valutare quali siano gli strumenti a supporto dell'operatore sociale e quale grado di precisione essi abbiano.»
«Un progetto - aggiunge l’assessore alle politiche sociali e scolastiche, Antonella Caldart - lodevole per la sua duplice valenza: da un lato mostrare come il Sociale sia presente sul territorio, dall’altro aiutare i giovani studenti a sperimentare nella pratica la teoria che studiano a scuola. Un percorso che può sfociare nell’impiego reale dei giovani come addetti all’ambito sociale, magari con una prima esperienza anche da volontari e che va nella direzione della formazione di Cittadini consapevoli del proprio ruolo nella Comunità».
«In qualità di consigliere delegato ai Servizi socio sanitari del cda dell’Istituto Cesana Malanotti - conclude Sandro Tabaccanti - anche supportato dalla mia lunga esperienza di gestione del Distretto Socio sanitario Nord dell’ex Ulss 7, ho accolto volentieri la proposta di collaborare in qualità di tutor al progetto scuola lavoro che il Liceo Flaminio area socio pedagogica aveva avviato con l’istituto ICM. Con la classe ci si è indirizzati su un percorso di conoscenza e operatività della realtà dell’anziano che necessita di elevato supporto socio sanitario. Una realtà cogente visto il progressivo invecchiamento della popolazione su tutto il territorio. Si è cercato con il gruppo, molto attivo e partecipante, di sviluppare un forte sensibilità al problema e a quanto ruota attorno ad esso nella sua globalità. Ci si è impegnati a far emergere capacità ed interesse attraverso l’interazione con professionisti di varie competenze, a conoscere sistemi di programmazione regionali e locali, nonché metodi di valutazione capaci di costruire progetti alla persona, considerando l’anziano anche come portatore di valori e di memorie. Importante era anche appropriarsi di metodologie e tecnologie in uso, come le schede di valutazione SVAMA (Scheda Valutazione Multidimensionale Adulti e Anziani) utilizzata nella Regione Veneto, anche in previsione di un approccio al mondo del lavoro intrinseco nel percorso formativo di questa scuola. Il gruppo ha colto pienamente lo spirito del progetto che si concretizzato con un ottimo lavoro e per questo debbo congratularmi con loro e con gli insegnanti che li hanno guidati, ringraziare chi con disponibilità ci ha aiutato (Servizi sociali ICM, psicologi, geriatri ) e la dirigenza scolastica in primis per il costante supporto».
Sarà possibile prendere parte alla video-conferenza attraverso il link seguente: