Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/343: IL DUBAI CHAMPIONSHIP AL PARIGINO ANTOIONE ROZIER

Eccellente secondo posto per Francesco Laporta


DUBAI - Questa settimana l’European Tour era impegnato in due appuntamenti: uno in Sudafrica, il South African Open, terzo evento che si celebra lì quest’anno, l’altro Il Dubai Championship, negli Emirati Arabi. Noi seguiamo questo di Dubai, penultimo appuntamento della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Inutile il disperato tentativo d'urgenza di salvare il piccolo

MUORE CON IL BIMBO CHE PORTA IN GREMBO A POCHI GIORNI DAL PARTO

Malore fatale per Marina Lorenzon. trevigiana 38enne


TREVISO - Tra pochi giorni avrebbe dovuto dare alla luce suo figlio. Quello che doveva essere un Natale di grande gioia, si è invece d’improvviso trasformato in tragedia. Marina Lorenzon, 38enne trevigiana, è morta dopo essersi sentita male proprio mentre partecipava ad un corso preparto al consultorio di Treviso. E con lei, purtroppo, si è spento anche il bimbo che portava in grembo. L’ipotesi più probabile è che a causare il decesso sia stata un’emorragia interna dovuta alla rottura di un aneurisma addominale, anche se si attende l’esito dell’autopsia.
La giovane mamma è stata colta da malore intorno alle 17 di martedì: sul posto sono iniziate immediatamente le prime manovre di rianimazione, proseguite anche in ambulanza e al Pronto Soccorso dell’ospedale Ca’ Foncello. Vista la gravità delle condizioni della donna, i medici hanno effettuato un taglio cesareo in emergenza direttamente in Pronto Soccorso, con la speranza di salvare almeno il nascituro: il piccolo, per il quale i genitori avevano già scelto il nome, Kaylen, invece, purtroppo era privo di attività vitale e anche per lui tutti i tentativi di rianimarlo sono stati vani.
Marina Lorenzon era originaria di San Biagio di Callalta: nel 2013 si era anche candidata a sindaco del suo Comune, per il Movimento 5 Stelle, senza risultare eletta. Dopo aver lavorato nel campo delle energie rinnovabili, da alcuni anni si era trasferita a Londra, con il suo compagno. Era ritornata nella Marca proprio per far nascere il figlio a casa. La famiglia ha espresso il desiderio che mamma e bimbo siano sepolti una accanto all’altra nella stessa bara.