Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/343: IL DUBAI CHAMPIONSHIP AL PARIGINO ANTOIONE ROZIER

Eccellente secondo posto per Francesco Laporta


DUBAI - Questa settimana l’European Tour era impegnato in due appuntamenti: uno in Sudafrica, il South African Open, terzo evento che si celebra lì quest’anno, l’altro Il Dubai Championship, negli Emirati Arabi. Noi seguiamo questo di Dubai, penultimo appuntamento della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"No lamentele: c'è in ballo più di luminarie e tavolate"

"CONTROLLI RIGOROSI, BISOGNA RISPETTARE LE REGOLE"

Il prefetto di Treviso sulle prescrizoni natalizie


TREVISO - "Siamo al rush finale prima del vaccino. Non condivido le lamentele su un Natale sacrificato: la posta in gioco è più alta di luminarie e tavole affollate". Il prefetto di Treviso, Maria Rosaria Laganà richiama tutti i trevigiani a senso di responsabilità nel rispettare le prescrizioni anti Covid.
Anche la Marca, come il resto d’Italia, è da oggi zona Rossa. Le forze dell'ordine, ribadisce il prefetto, applicheranno le norme, come sempre, in base al contesto. "Ma questo non significa pensare che è Natale e allora si può fare come si vuole. A Natale tutti sono più buoni, ma le forze dell'ordine non possono esserlo".
Il lockdown deciso dal governo per il periodo natalizio, sarà in vigore fino a domenica 27 compresa. Per poi riprendere dal 31 dicembre al 3 gennaio e ancora il 5 e 6 gennaio. Bar ristoranti e negozi chiusi, dunque, tranne quelli di generi essenziali, come alimentari, farmacie e parafarmacie, edicole, lavanderie, informatica. Divieto di uscire di casa se non per comprovate esigenze e con l’autocertificazione, salva la deroga per far visita a parenti e amici una sola volta al giorno, al massimo in due adulti.
Nei restanti giorni feriali fino all’Epifania vige invece un regime di zona arancione, con bar e locali chiusi, ma negozi funzionanti.

Galleria fotograficaGalleria fotografica