Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE GI GOLF/354: VA A DECHAMBEAU IL TORNEO DEDICATO AD ARNOLD PALMER

Molinarii, vincitore nel 2019, non supera il taglio


FLORIDA (USA) - Continua la corsa in Florida del PGA Tour. Il torneo in atto a Orlando, è l’Arnold Palmer a invito, in cui il nostro Francesco Molinari è il protagonista, tra i più prestigiosi. Una gara che l’azzurro ha già vinto nel 2019, dopo una hole in...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/353: UOMINI & DONNE, SETTIMANA DI GRANDI TORNEI

Si sono giocati Wgc e PortoRico Open e Gainbridge Lpga


STATI UNITI - Questa settimana il PGA si sdoppia, mette in campo il World Golf Championships a Bradenton in Florida, e il Puerto Rico Open a Rio Grande in Porto Rico. Oltre a questi due, ad attrarre l’attenzione c’è il secondo evento stagionale del massimo circuito americano...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/352: FINALE A SORPRESA AL GENESIS, HOMA VINCE AL SUPPLEMENTARE

Il beniamino di casa supera all''ultimo giro Burns, sempre in testa


LOS ANGELES (USA) - Era alla 95esima edizione questo torneo del PGA Tour, a cui hanno partecipato ben otto tra i migliori dieci giocatori al mondo. Si è disputato al Riviera Country Club, nel Temescal Gateway Park, situato entro i confini della città di Los Angeles; un territorio...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"No lamentele: c'č in ballo pił di luminarie e tavolate"

"CONTROLLI RIGOROSI, BISOGNA RISPETTARE LE REGOLE"

Il prefetto di Treviso sulle prescrizoni natalizie


TREVISO - "Siamo al rush finale prima del vaccino. Non condivido le lamentele su un Natale sacrificato: la posta in gioco è più alta di luminarie e tavole affollate". Il prefetto di Treviso, Maria Rosaria Laganà richiama tutti i trevigiani a senso di responsabilità nel rispettare le prescrizioni anti Covid.
Anche la Marca, come il resto d’Italia, è da oggi zona Rossa. Le forze dell'ordine, ribadisce il prefetto, applicheranno le norme, come sempre, in base al contesto. "Ma questo non significa pensare che è Natale e allora si può fare come si vuole. A Natale tutti sono più buoni, ma le forze dell'ordine non possono esserlo".
Il lockdown deciso dal governo per il periodo natalizio, sarà in vigore fino a domenica 27 compresa. Per poi riprendere dal 31 dicembre al 3 gennaio e ancora il 5 e 6 gennaio. Bar ristoranti e negozi chiusi, dunque, tranne quelli di generi essenziali, come alimentari, farmacie e parafarmacie, edicole, lavanderie, informatica. Divieto di uscire di casa se non per comprovate esigenze e con l’autocertificazione, salva la deroga per far visita a parenti e amici una sola volta al giorno, al massimo in due adulti.
Nei restanti giorni feriali fino all’Epifania vige invece un regime di zona arancione, con bar e locali chiusi, ma negozi funzionanti.

Galleria fotograficaGalleria fotografica