Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/346 - CAMPI/30: IL GOLF CLUB ACAYA

Nel cuore del Salento un percorso ricco di fascino e sorprese


VERNOLE (LE) - Siamo nel Salento, nel Leccese, una bella, generosa terra. Una lunghissima teoria di ulivi fa guida per arrivare all’elegante resort “Double Tree by Hilton Acaya”, inserito nel verde della macchia mediterranea, 100 ettari di pregiata vegetazione spontanea....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Articolo per l'Istituto Superiore di Sanità

DERMOPIGMENTAZIONE: STUDIO TREVIGIANO PUBBLICATO SUGLI "ANNALI"

Tumore al seno: ricreare areola e capezzolo dopo la mastectomia


TREVISO - Pubblicato sulla rivista "Annali" dell'Istituto Superiore di Sanità, un articolo scientifico in cui è riportata l'esperienza clinica con la casistica più numerosa di dermopigmentazione del complesso areola capezzolo finora pubblicata. L'articolo a firma del Dottor Alessandro Gava, direttore dell’unità operativa complessa (uoc) di radioterapia dell’ospedale Ca’ Foncello di Treviso, del Dottor Christian Rizzetto, dirigente della Chirurgia Senologica e del Dottor Giorgio Berna, direttore della Chirurgia Plastica, riporta l'esperienza nata dalla collaborazione tra le tre unità operative che, dopo gli interventi di mastectomia che comportavano anche l’asportazione del capezzolo, selezionavano le pazienti per la procedura di dermopigmentazione in 3D di areola e capezzolo, attuata da un'esperta tatuatrice, Rita Molinaro, nella sede LILT di Treviso.
L'esperienza, che ha coinvolto 169 pazienti dal 2010 al 2016, per un totale di 309 trattamenti, ha visto quindi la collaborazione pluriennale, tuttora in corso, tra le Unità Operative dell'Azienda Sanitaria e la LILT trevigiana (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori), con il coinvolgimento e la supervisione costante dal 2013 dell'Istituto Superiore di Sanità, che ha seguito e monitorato questa esperienza proprio per l'originalità e la numerosità della donne trattate e valutate con questionario di gradimento. Anche questa partnership tra Ente Pubblico e Associazione del terzo settore è stata valutata come elemento significativo dai revisori dell'articolo.
La depigmentazione consente di “ricreare”, con una tecnica sicura e “semplice”, l’area areola e capezzolo. Il trattamento consente, grazie ad una innovativa tecnica di tatuaggio 3D, di ripristinare un effetto estetico armonico con un risultato estremamente naturale e vicino all’aspetto originale. Si tratta di una tecnica molto gradita dalle donne sottoposte a mastectomia che, in questo modo, possono beneficiare della “ricostruzione” dell’area areola-capezzolo senza dover affrontare un ulteriore intervento con innesto di tessuto.
Lo studio pubblicato sulla rivista dell’Istituto Superiore di Sanità ha rilevato che la dermopigmentazione del complesso areola capezzolo è un approccio sicuro, che fornisce benefici sia ai pazienti sia all'ospedale.