Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/346 - CAMPI/30: IL GOLF CLUB ACAYA

Nel cuore del Salento un percorso ricco di fascino e sorprese


VERNOLE (LE) - Siamo nel Salento, nel Leccese, una bella, generosa terra. Una lunghissima teoria di ulivi fa guida per arrivare all’elegante resort “Double Tree by Hilton Acaya”, inserito nel verde della macchia mediterranea, 100 ettari di pregiata vegetazione spontanea....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I titolari: "E’ arrivato il momento di goderci la pensione"

FAGARÈ: SI CHIUDE CON IL 2020 LA STORIA DEL PANIFICIO MENEGHEL

Attività che ha sfornato pane e focacce per 54 anni


TREVISO - Dopo aver ha sfornato pane e focacce per la bellezza di 54 anni, il panificio Meneghel di via Postumia a Fagarè, il prossimo 31 dicembre chiuderà i battenti. “E’ arrivato il momento di goderci la pensione e – spiegano Sergio e Claudio che, con la sorella Teresa, hanno ereditato l’attività di fornaio dai genitori Amedeo Bruno e Maria – visto che i nostri figli hanno deciso di intraprendere altre strade, abbiamo deciso di calare la saracinesca, anche se un po’ a malincuore”.
La storia del panificio Meneghel, famoso in particolare per le sue focacce, ha inizio nel 1966 quando Amedeo Bruno, fornaio a Casacorba, decide di spostare la sua attività nel paese natio della moglie Maria Coletto, Fagarè. “Fu un inizio bagnato dall’acqua che a novembre cadde così copiosa da provocare l’alluvione del Piave. Per fortuna – ricorda Claudio – il panificio si salvò, dopo che con l’aiuto dei militari avevamo portato i sacchi di farina ai piani alti dell’abitazione”. Dopo la morte dei genitori, l’attività del forno è stata portata avanti dai figli che ogni giorno hanno sfornato il pane fresco poi consegnato anche a domicilio in tante abitazioni di Fagarè e Sant’Andrea di Barbarana.
“Auguriamo ai Meneghel di potersi godere la meritata pensione e li ringraziamo per essere stati per oltre 50 anni un punto di riferimento in paese producendo pane e focacce con cui sono cresciute intere generazioni” commentano il sindaco Alberto Cappelletto e il capogruppo Luca Moretto che è residente a Fagarè.