Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/346 - CAMPI/30: IL GOLF CLUB ACAYA

Nel cuore del Salento un percorso ricco di fascino e sorprese


VERNOLE (LE) - Siamo nel Salento, nel Leccese, una bella, generosa terra. Una lunghissima teoria di ulivi fa guida per arrivare all’elegante resort “Double Tree by Hilton Acaya”, inserito nel verde della macchia mediterranea, 100 ettari di pregiata vegetazione spontanea....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Indagini del Laboratorio Analisi Documentale della Polizia Locale

TREVISO: CIRCOLAVA CON UNA PATENTE STRANIERA CONTRAFFATTA

Denunciato automobilista 36enne


TREVISO - Circolava a Treviso e in tutto il Nord Italia con una patente greca contraffatta. Per tale espediente un 36enne albanese, residente a Bologna, è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Treviso per aver utilizzato una patente falsa, sequestrata dai Carabinieri di Bologna su richiesta del Comando della Polizia Locale di Treviso.
«Le indagini sulla validità del documento sono partite a seguito di quattro comunicazioni inviate al Comando dal cittadino albanese con le quali precisava il proprio nome come conducente con allegata la copia della patente in uso, comunicazioni effettuate in quanto l’extracomunitario era stato sanzionato quattro volte sulla tangenziale dagli autovelox fissi», spiega il comandante Andrea Gallo. «Nelle lettere, oltre ai dati del trasgressore, era stata allegata una copia della patente greca. Gli agenti specializzati del Laboratorio Analisi Documentale del Comando di Polizia Locale hanno scoperto che la patente greca usata per la decurtazione punti era falsa da particolari quasi impercettibili».
Da ulteriori controlli è risultato poi che il cittadino albanese stava circolando in tutto il Nord Italia con tale documento. Di qui la richiesta avanzata ai Carabinieri di Bologna, dove risiede l’albanese, di ritirare e sequestrare la patente qualora venisse intercettato attraverso i posti di controllo su strada. «Grazie alla collaborazione con le altre forze di polizia è stato possibile mettere fine a questo illecito penale che prevede sanzioni fino a due anni di carcere», aggiunge Gallo. «Per le quattro violazioni all’autovelox, oltre alle sanzioni per aver violato i limiti di velocità, sono stati elevati quattro verbali da 5.000 euro e la confisca dell’auto per aver guidato senza patente».