Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/346 - CAMPI/30: IL GOLF CLUB ACAYA

Nel cuore del Salento un percorso ricco di fascino e sorprese


VERNOLE (LE) - Siamo nel Salento, nel Leccese, una bella, generosa terra. Una lunghissima teoria di ulivi fa guida per arrivare all’elegante resort “Double Tree by Hilton Acaya”, inserito nel verde della macchia mediterranea, 100 ettari di pregiata vegetazione spontanea....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Zaia: "Parametro che non sussiste, noi facciamo più tamponi"

NIENTE ZONA ROSSA PER IL VENETO, MA 3 SETTIMANE IN ARANCIONE

Per i bar stop all'asporto dopo le 18, nuove strette in arrivo


VENEZIA - Nuova stretta anti-Covid in arrivo, il Governo conferma lo stop all’asporto per i bar dalle 18. Queste attività saranno ancora una volta le più penalizzate, con il divieto del take-away serale. Prevista un’impennata dei contagi in Italia, perciò in questi giorni il Governo sta formulando le nuove regole del Dpcm che entrerà in vigore dal 16 gennaio. Nel frattempo il parametro dei 250 positivi ogni 100mila abitanti non sussiste: i governatori non l’hanno accettato perché si tratta di un criterio non omogeneo e il ministro della Salute Roberto Speranza ha concordato dicendo che l’obiezione è fondata.
Il Veneto quindi non passerà automaticamente alla zona rossa, bensì rimarrà in fascia arancione per altre due settimane, sicuramente fino al 22 gennaio. Questo è ciò che è emerso dal punto stampa di ieri con il governatore Luca Zaia.
«Con i colleghi delle Regioni - ha affermato Zaia - abbiamo solo chiesto che i dati siano uniformi. Il ministro, e anche noi, abbiamo concordato sul fatto che l'incidenza dei positivi è un fatto scientifico, ma funziona se tutte le Regioni fanno tamponi nella stessa percentuale sulla popolazione. Non si può paragonare chi come noi ne fa 60mila al giorno con chi ne fa 400. È difficile allineare i dati così». Il rosso automatico in Veneto pare al momento scongiurato, ed è prevista la fascia arancione almeno fino alla terza settimana di gennaio.