Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/351: DOPPIO EAGLE ALL'ULTIMO GIRO, BERGER VINCE L'AT&T PEBBLE BEACH

Il 28enne sorpassa in volata NcNealy, crolla invece Molinari


STATI UNITI - Siamo in California, a Pebble Beach, nella Contea di Monterey, piccola comunità sulla costa del pacifico. Si gioca una Pro-Am atipica, che a causa dell’emergenza sanitaria non viene giocata in compagnia delle celebrità come d’uso, è quindi una normale...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/350: DUSTIN JOHNSON CONFERMA LA SUA LEADERSHIP MONDIALE AL SAUDI INTERNATIONAL

Azzurri nelle retrovie, 33esimo il vicentino Migliozzi


ARABIA SAUDITA - Questa settimana l’Eurotour ha messo in scena il Saudi International, al Royal Greens Golf and Country Club, a King Abdullah Economic City, in Arabia Saudita; ai tee di partenza, ci sono ben sette azzurri, che hanno l’opportunità di giocare con veri big: il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/349: IL TEXANO PATRICK REED FESTEGGIA ALL'INSURANCE FARMERS OPEN

Gran rimonta di un ritrovato Molinari: da 39° a decimo


LA JOLLA (USA) - Concluso l’American Express con l’ottavo posto in classifica, Francesco Molinari si trova ora impegnato nel Farmers Insurance Open, ancora in California, non più a La Quinta ma a La Jolla - San Diego, al Torrey Pines Golf Course che sorge sul posto dove...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

67 abitanti su mille hanno ricevuto i bonus partita Iva

RECORD DI CASSA INTEGRAZIONE PER COVID NELLA MARCA

In sette mesi del 2020 autorizzate 78 milioni di ore


TREVISO - La pandemia ha già cominciato a presentare il conto all'economia della Marca. Ed è un conto salto. A partire dalla cassa integrazione: nel 2020, nel Trevigiano, sono stati autorizzati oltre 78 milioni e mezzo di ore di ammortizzatori sociali, nelle varie forme, il valore più elevato in tutto il Veneto. E il dato è riferito solo a sette mesi, da aprile ad ottobre: dunque è prevedibile un ulteriore aggravamento del quadro complessivo con il conteggio relativo anche ai due mesi finali dell'anno, quando la seconda ondata Covid è tornata a colpire.
A beneficiare di integrazioni al reddito, pagati in via diretta o a conguaglio da parte dell'Inps, sono stati 131.837 lavoratori, vale a dire 148,8 persone ogni mille abitanti, compresi bambini, pensionati e residenti all'estero. In questo ambito, la percentuale maggiore su scala regionale spetta a Belluno, con 151 ogni mille cittadini, seguita da Vicenza a quota 149.
Tradotto in altro modo, il monte complessivo della cig utilizzata corrisponde ad una media pari a 88,8 ore per ogni cittadino (sempre considerando l'insieme della popolazione), ovvero poco più di undici giornate lavorative pro capite. Anche in questo caso, il primato spetta alla provincia dolomitica con 93 ore a testa, mentre l'incidenza minore si registra nel Rodigino, fermo a 45 ore ciascuno.
A confermare l'incidenza della pandemia economica anche una serie di altri sostegni e bonus ad essa legati: ammontano ad esempio a 59.198 i soggetti che nella Marca hanno ricevuto le indennità "una tantum" da 500, 600 o mille euro, tra lavoratori autonomi, professionisti, collaboratori, stagionali, addetti dell'agricoltura e dello spettacolo. Vale a dire 67 ogni mille abitanti, contro gli 81 di Verona o i 79 di Rovigo. In Veneto il totale supera le 352mila unità.
A richiedere il reddito di emergenza, misure istituita dal Decreto rilancio proprio per aiutare le famiglie in difficoltà a causa dell'epidemia, sono stati 6.464 trevigiani, a fronte di 39.448 in tutta la regione. Cifre non troppo distanti per reddito e pensione di cittadinanza: li percepiscono, nel complesso, 6.086 residenti della Marca. Si tratta comunque della platea meno ampia tra le province venete, ad eccezione di Rovigo (2.926 casi) e Belluno (1.108).