Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/350: DUSTIN JOHNSON CONFERMA LA SUA LEADERSHIP MONDIALE AL SAUDI INTERNATIONAL

Azzurri nelle retrovie, 33esimo il vicentino Migliozzi


ARABIA SAUDITA - Questa settimana l’Eurotour ha messo in scena il Saudi International, al Royal Greens Golf and Country Club, a King Abdullah Economic City, in Arabia Saudita; ai tee di partenza, ci sono ben sette azzurri, che hanno l’opportunità di giocare con veri big: il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/349: IL TEXANO PATRICK REED FESTEGGIA ALL'INSURANCE FARMERS OPEN

Gran rimonta di un ritrovato Molinari: da 39° a decimo


LA JOLLA (USA) - Concluso l’American Express con l’ottavo posto in classifica, Francesco Molinari si trova ora impegnato nel Farmers Insurance Open, ancora in California, non più a La Quinta ma a La Jolla - San Diego, al Torrey Pines Golf Course che sorge sul posto dove...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/348: FRANCESCO MOLINARI TORNA IN CAMPO ALL'AMERICAN EXPRESS

L'azzurro chiude 8° nel torneo vinto dal coreano Si Woo Kim


LA QUINTA (USA) - Dopo due mesi di stop, finalmente si è sciolta l’incognita sul ritorno al gioco di Francesco Molinari. È passato un po’ dal Master Tournament, l’azzurro è ora tra i protagonisti a La Quinta, in California, nel torneo American Express del PGA...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Aveva guidato la comunità dal 1997 al 2003

DIOCESI DI VITTORIO VENETO IN LUTTO, ADDIO AL VESCOVO ALFREDO MAGAROTTO

Il prelato, originario del Padovano, si è spento a 93 anni d'età


VITTORIO VENETO - Diocesi di Vittorio Veneto in lutto: si è spento oggi, a 93 anni, il vescovo emerito Alfredo Magarotto.
Nato a Pernumia, nella diocesi di Padova, il 16 febbraio 1927, monsignor Magarotto era stato ordinato sacerdote il 9 luglio 1950. Nominato vescovo di Chioggia nel 1990, era stato trasferito a Vittorio Veneto il 31 maggio 1997, facendo il suo ingresso in diocesi il 29 giugno dello stesso anno. Ha retto la cattedra di San Tiziano fino al 3 dicembre 2003, quando ha dato le dimissioni per raggiunti limiti d'età. Sei anni in cui ha comunque lasciato una traccia significativa nella comunità cattolica del territorio e non solo.
Dopo aver condotto ancora la diocesi vittoriese in qualità di amministratore dicocesano, per alcuni mesi tra il 2007 e il 2008, negli ultimi anni era tornato a vivere nella sua terrà d'origine, ritirandosi all’Opera della Provvidenza di Sant'Antonio a Sarmeola di Rubano. In questi ultimi giorni le sue condizioni di salute si sono aggravate, fino al decesso.
I funerali di monsignor Magarotto saranno celebrati mercoledì 27 gennaio alle 15 nella Cattedrale di Vittorio Veneto e saranno presieduti dal patriarca di Venezia, monsignor Francesco Moraglia. La sera precedente, martedì 26, sempre in Cattedrale, alle 19, sarà recitato il Rosario in suffragio.
A causa della emergenza sanitaria in atto, mercoledì i posti in chiesa saranno contingentati. La celebrazione sarà trasmessa in diretta da La Tenda Tv. Al termine, la salma verràà trasportata presso il Castello di San Martino per essere tumulata nella tomba dei vescovi.

Pubblichiamo la lettera con cui l'attuale vescovo di Vittorio Veneto, monsignor Corrado Pizziolo ha voluto ricordare la figura del suo predecessore

Cari sacerdoti, diaconi, consacrati e fedeli tutti,
nel pomeriggio di ieri, venerdì 22 gennaio, siamo stati raggiunti dalla notizia improvvisa della morte di monsignor Alfredo Magarotto, nostro vescovo dal 1997 fino ai primi mesi del 2004.
Nelle scorse settimane era stato colpito dal virus Covid-19, ma l’aveva superato, tant’è vero che era risultato negativo già da parecchi giorni. Purtroppo l’età e probabilmente l’indebolimento avvenuto hanno provocato una crisi cardiaca che l’ha condotto alla morte.
Credo che tutti siamo debitori a Mons. Alfredo di un grande grazie al Signore per il dono che egli è stato per la nostra Chiesa. Mi sono giunte in queste ore numerose testimonianze commosse e riconoscenti da parte di preti e di laici che ricordano - insieme alla semplicità ed essenzialità che lo caratterizzavano - una sua parola, un suo gesto, una sua presenza paterna nella loro vita.
Ricordo anch’io con gratitudine l’attenzione e l’affetto con cui mons. Alfredo continuava a seguire la vita della nostra diocesi, nei suoi momenti lieti e in quelli più tristi. In particolare era quasi immancabile alle esequie dei sacerdoti.
Non appena poche settimane fa mi telefonò per esprimermi la sua vicinanza e la sua solidarietà per l’esondazione di alcuni corsi d’acqua che avevano provocato danni in alcuni paesi della nostra diocesi. Rimasi stupito e commosso da questa delicatezza che lo caratterizzava in tanti aspetti del suo ministero.
Come molti mi hanno ricordato, si può dire che egli abbia scelto come stile pastorale proprio la presenza quotidiana e il contatto ordinario con le persone (preti, laici e consacrati) ai quali si rendeva frequentemente presente con una breve visita o con un messaggio sobrio, ma carico di signifìcato.
Invito tutti a ricordarlo nella preghiera di suffragio e a partecipare, soprattutto spiritualmente, alle esequie che si terranno mercoledì della prossima settimana. Il Signore lo accolga donandogli il premio riservato ai suoi servi fedeli.

+ Corrado Pizziolo, vescovo della diocesi di Vittorio Veneto