Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/351: DOPPIO EAGLE ALL'ULTIMO GIRO, BERGER VINCE L'AT&T PEBBLE BEACH

Il 28enne sorpassa in volata NcNealy, crolla invece Molinari


STATI UNITI - Siamo in California, a Pebble Beach, nella Contea di Monterey, piccola comunità sulla costa del pacifico. Si gioca una Pro-Am atipica, che a causa dell’emergenza sanitaria non viene giocata in compagnia delle celebrità come d’uso, è quindi una normale...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/350: DUSTIN JOHNSON CONFERMA LA SUA LEADERSHIP MONDIALE AL SAUDI INTERNATIONAL

Azzurri nelle retrovie, 33esimo il vicentino Migliozzi


ARABIA SAUDITA - Questa settimana l’Eurotour ha messo in scena il Saudi International, al Royal Greens Golf and Country Club, a King Abdullah Economic City, in Arabia Saudita; ai tee di partenza, ci sono ben sette azzurri, che hanno l’opportunità di giocare con veri big: il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/349: IL TEXANO PATRICK REED FESTEGGIA ALL'INSURANCE FARMERS OPEN

Gran rimonta di un ritrovato Molinari: da 39° a decimo


LA JOLLA (USA) - Concluso l’American Express con l’ottavo posto in classifica, Francesco Molinari si trova ora impegnato nel Farmers Insurance Open, ancora in California, non più a La Quinta ma a La Jolla - San Diego, al Torrey Pines Golf Course che sorge sul posto dove...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Frode in commercio dal 2017 al 2020

VEDELAGO: VENDEVA AUTO USATE DOPO AVER TRUCCATO I CONTACHILOMETRI

Denunciato 33enne, ora si cercano i complici


TREVISO - Acquistava auto usate in Italia e all'estero a prezzi stracciati, tutte con centinaia di migliaia di chilometri percorsi alle spalle. Poi le rimetteva in vendita, provvedendo a manomettere i contachilometri e piazzandole sul mercato a cifre nettamente superiori al loro reale valore. Una frode che un 33enne di origine croata ma da tempo residente a Vedelago, ha attuato almeno otto volte fra il 2017 e l'inizio del 2020. Questi i clienti truffati che i carabinieri hanno rintracciato, ma il sospetto è che le vittime inconsapevoli siano molte di più.
L'attività con cui gestiva gli affari ha chiuso i battenti nel febbraio 2020, ma le indagini attorno alla figura dell'uomo proseguono, anche alla luce di ulteriori truffe simili venute a galla nella stessa zona a opera di altri soggetti.
Il 33enne aveva aperto una società individuale con sede legale a Treviso, nella zona ovest della città. Si procurava regolarmente i veicoli sia in altri paesi europei che in Italia, puntava in particolare automobili di media cilindrata e utilitarie, veicoli molto richiesti e dunque semplici da proporre sul mercato trevigiano. Pubblicava gli annunci di vendita su vari siti internet specializzati Passaggi di proprietà e immatricolazioni venivano eseguiti in modo lecito, ma quel che i clienti non sapevano è che i contachilometri erano stati tutti manomessi.
Almeno in otto hanno firmato il contratto e portato a casa i mezzi. Solo nei mesi successivi, spesso rivolgendosi ai propri meccanici di fiducia, emergevano le vere condizioni di quelle auto.
Dalle prime segnalazioni ai carabinieri è nata una capillare indagine che ha provato le frodi messe in piedi tra il 2017 e il 2020. Per lui la denuncia per frode in commercio, alla quale ora fanno seguito nuovi accertamenti per capire se avesse dei complici.