Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
SETTIMANA CON TANTI PROTAGONISTI ITALIANI, IN EUROPA E IN AMERICA

o Scottish Open, il Marathon LPGA Classic, il Challenge Tour, il Symetra Tour


Francesco Molinari, e altri sette azzurri sono a North Berwick, per il secondo torneo 2021 della Serie Rolex, l’Aberdeen Scottish Open.A far compagnia a Francesco ci sono Guido Migliozzi, Edoardo Molinari, Francesco Laporta, Renato Paratore, Nino Bertasio, Lorenzo Gagli e Andrea Pavan. Questi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/353: UOMINI & DONNE, SETTIMANA DI GRANDI TORNEI

Si sono giocati Wgc e PortoRico Open e Gainbridge Lpga


STATI UNITI - Questa settimana il PGA si sdoppia, mette in campo il World Golf Championships a Bradenton in Florida, e il Puerto Rico Open a Rio Grande in Porto Rico. Oltre a questi due, ad attrarre l’attenzione c’è il secondo evento stagionale del massimo circuito americano...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/352: FINALE A SORPRESA AL GENESIS, HOMA VINCE AL SUPPLEMENTARE

Il beniamino di casa supera all''ultimo giro Burns, sempre in testa


LOS ANGELES (USA) - Era alla 95esima edizione questo torneo del PGA Tour, a cui hanno partecipato ben otto tra i migliori dieci giocatori al mondo. Si è disputato al Riviera Country Club, nel Temescal Gateway Park, situato entro i confini della città di Los Angeles; un territorio...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Dalla prossima stagione cambio di allenatore nel Benetton Rugby

E' MARCO BORTOLAMI L'EREDE DI KIERAN CROWLEY

"Onorato della scelta, credo fermamente nella squadra"


TREVISO - Marco Bortolami, attuale assistente di Kieran Crowley per gli avanti, è il nuovo allenatore del Benetton Rugby. Nato a Padova il 12 giugno 1980, Bortolami ha iniziato la propria carriera rugbistica al Petrarca, dove ha militato fino all’età di 24 anni vincendo una Coppa Italia nel 2001. Nel 2004 si è trasferito per due stagioni in Francia, al Narbonne in Top 16, prima di essere ingaggiato dagli inglesi del Gloucester, militando per 4 anni in Premiership. Bortolami è poi rientrato in Italia nel 2010 vestendo la maglia degli Aironi, e dopo lo scioglimento del club ha continuato la sua esperienza in Celtic League con le Zebre, squadra della quale è stato anche capitano, come successo già con gli altri club in cui aveva militato. In Nazionale ha fatto il suo esordio nel 2001 contro la Namibia, un anno più tardi coach Kirwan lo ha nominato capitano dell’Italia nel match che ha visto gli azzurri sfidare gli All Blacks ad Hamilton. Bortolami è così diventato il capitano più giovane della storia dell’Italrugby; nella stessa partita ha siglato la sua prima meta in Nazionale. Nel suo curriculum Marco vanta 112 caps con l’Italia, 12 Sei Nazioni in cui ha collezionato 51 presenze e 3 Mondiali (2003, 2007, 2011), numeri che lo rendono un simbolo della storia recente del movimento rugbistico nazionale. Professionista di notevole esperienza internazionale e grande carisma, nell’estate del 2016, appena un mese dopo il suo ritiro dal rugby giocato, viene scelto dal Benetton Rugby come assistant coach con delega agli avanti ed alla touche. In biancoverde da cinque anni, Marco ha nel tempo dato prova di meritare la prestigiosa possibilità di essere l’head coach dei Leoni. “Marco in questi anni ha dimostrato di possedere la serietà e le capacità senza dimenticare l’importante know how internazionale per ricoprire il ruolo che abbiamo deciso di assegnarli. Inoltre l’esperienza accumulata nelle vesti di assistente nelle ultime cinque stagioni gli ha permesso di conoscere alla perfezione il nostro club, la nostra filosofia ed ogni dinamica della nostra squadra. Per tutte queste ragioni, riteniamo Bortolami la figura adatta al nostro progetto ed a riguardo stiamo lavorando per affiancargli uno staff adeguato” queste le dichiarazioni del Presidente biancoverde Amerino Zatta. Il direttore sportivo Antonio Pavanello ha aggiunto: “Apriamo un nuovo ciclo nel segno della continuità. Come società era nostro obiettivo primario dare consequenzialità e solidità al progetto ed è proprio considerando questi presupposti che abbiamo scelto di elevare Marco a capo allenatore. Un ruolo primario, delicato, oltre che responsabile di convogliare le soggettività del numeroso staff tecnico a nostra disposizione nella filosofia Benetton Rugby. In questi anni Marco si è messo in mostra compiendo un notevole percorso di crescita, dimostrandosi un profilo altamente professionale, propositivo, in possesso delle giuste caratteristiche per essere il nostro nuovo head coach. Infine posso anticipare che al suo fianco costruiremo uno staff di assoluto valore composto da figure esperte che riusciranno a supportarlo al meglio”
E Bortolami così ha commentato la nomina: “Sono molto onorato della scelta da parte del club di affidarmi la responsabilità e concedermi l’opportunità di essere il prossimo capo allenatore. Credo fermamente nelle qualità della squadra, nel suo potenziale e ciò mi rende estremamente eccitato e motivato per le sfide che andremo ad affrontare. In questi cinque anni abbiamo imparato sia dalle cose che hanno funzionato bene che da quelle che hanno funzionato meno, soprattutto nelle ultime due stagioni. Quest’ultime rientrano comunque in situazioni che possiamo certamente controllare e pertanto non posso che essere fiducioso. In conclusione tengo a sottolineare come il mio focus sino alla fine della stagione rimarrà quello di supportare Crowley e la squadra per provare a vincere ogni gara che avremo da questo fine settimana contro Munster in avanti”