Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/350: DUSTIN JOHNSON CONFERMA LA SUA LEADERSHIP MONDIALE AL SAUDI INTERNATIONAL

Azzurri nelle retrovie, 33esimo il vicentino Migliozzi


ARABIA SAUDITA - Questa settimana l’Eurotour ha messo in scena il Saudi International, al Royal Greens Golf and Country Club, a King Abdullah Economic City, in Arabia Saudita; ai tee di partenza, ci sono ben sette azzurri, che hanno l’opportunità di giocare con veri big: il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/349: IL TEXANO PATRICK REED FESTEGGIA ALL'INSURANCE FARMERS OPEN

Gran rimonta di un ritrovato Molinari: da 39° a decimo


LA JOLLA (USA) - Concluso l’American Express con l’ottavo posto in classifica, Francesco Molinari si trova ora impegnato nel Farmers Insurance Open, ancora in California, non più a La Quinta ma a La Jolla - San Diego, al Torrey Pines Golf Course che sorge sul posto dove...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/348: FRANCESCO MOLINARI TORNA IN CAMPO ALL'AMERICAN EXPRESS

L'azzurro chiude 8° nel torneo vinto dal coreano Si Woo Kim


LA QUINTA (USA) - Dopo due mesi di stop, finalmente si è sciolta l’incognita sul ritorno al gioco di Francesco Molinari. È passato un po’ dal Master Tournament, l’azzurro è ora tra i protagonisti a La Quinta, in California, nel torneo American Express del PGA...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Quanto messo insieme andrà a 113 realtà di assistenza sul territorio

ANCHE QUEST'ANNO LA RACCOLTA DEL FARMACO IN 504 FARMACIE VENETE

Dal 9 al 15 febbraio si potranno donare medicinali per i bisognosi


VENEZIA - Anche quest’anno, la Giornata di Raccolta del Farmaco si farà. Durerà una settimana, da martedì 9 a lunedì 15 febbraio. Nelle 5mila farmacie che aderiscono in tutta Italia (riconoscibili perché espongono la locandina dell’iniziativa e il cui elenco è consultabile su www.bancofarmaceutico.org), sarà chiesto ai cittadini di donare uno o più medicinali da banco per i bisognosi. I farmaci raccolti (541.175 nel 2020, pari ad un valore economico di 4.072.346 euro) saranno consegnati a oltre 1.800 realtà assistenziali che si prendono cura delle persone indigenti, offrendo loro, gratuitamente, cure e medicinali. Si invitano i cittadini ad andare appositamente in farmacia per donare un farmaco.

In Venetto, terza regione dopo Lombardia e Piemonte per volumi, la raccolta si svolgerà per sette giorni in 504 farmacie (il 10% sul totale di quelle aderenti in tutta Italia). I volontari di Banco Farmaceutico saranno presenti ove possibile e nel rispetto del distanziamento, fuori dalle farmacie. I farmaci raccolti sosterranno 113 realtà del territorio che si prendono cura di 65.000 bisognosi. Durante l’edizione del 2020 furono raccolte in Veneto 44.953 confezioni di farmaci (pari a un valore di 329mila euro).

«In un momento difficilissimo causato dalla pandemia – dice il presidente della Regione Veneto Luca Zaia - questa storica manifestazione di solidarietà non si è arresa. Ciò fa onore agli organizzatori, al Banco Farmaceutico, ai farmacisti aderenti, a tutti i volontari che renderanno possibile la raccolta. Mai come quest’anno i farmaci raccolti saranno preziosi per chi non può permettersi nemmeno un antipiretico o un antidolorifico. La soglia straordinaria raggiunta l’anno scorso, con più di 4 milioni di euro di valore raccolti e 541 mila farmaci poi distribuiti, la dice lunga sul valore dell’organizzazione e anche sulla proverbiale generosità dei veneti. Io ho un sogno: che, nonostante le ulteriori difficoltà imposte dalle regole di sicurezza, questa vetta possa essere superata. Il mio augurio è questo. Sarà la dimostrazione che il Covid non è riuscito a cambiare il meglio di noi. Di voi.»
«Ci rendiamo conto del grande sforzo delle farmacie dal punto organizzativo, ma anche di quello dei cittadini veneti che andranno a donare - spiega Matteo Vanzan, coordinatore regionale Fondazione Banco Farmaceutico onlus – ed è per questo che siamo ancora più grati a chi aiuterà le persone in stato di bisogno della nostra regione. I farmaci raccolti saranno consegnati agli enti nei giorni immediatamente successivi alla settimana di raccolta e saranno quindi fruibili da subito. Chiediamo davvero la collaborazione di tutti perché la situazione è diventata purtroppo molto critica dallo scoppio della pandemia che ha provocato una crisi economica senza precedenti colpendo tante famiglie e gravando maggiormente su chi povero lo era già. A queste persone sono certo che anche quest’anno non mancherà l’aiuto del popolo veneto e delle farmacie».

«I punti di forza di questa grande macchina solidale sono trasparenza, tracciabilità e fiducia nei confronti degli interlocutori, i farmacisti, nonché della Fondazione Banco Farmaceutico onlus e degli enti socio assistenziali che operano sul territorio – dice Andrea Bellon, presidente di Federfarma Veneto -. Sapendo che neanche una confezione donata viene sprecata, ma va direttamente e in tempi rapidissimi alle persone bisognose, i cittadini veneti si sono sempre attivati con una partecipazione toccante in aiuto a chi si trova in stato di povertà sanitaria e vive accanto a loro perché a ciascuna farmacia è abbinato uno o più enti della stessa provincia di appartenenza».