Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/351: DOPPIO EAGLE ALL'ULTIMO GIRO, BERGER VINCE L'AT&T PEBBLE BEACH

Il 28enne sorpassa in volata NcNealy, crolla invece Molinari


STATI UNITI - Siamo in California, a Pebble Beach, nella Contea di Monterey, piccola comunità sulla costa del pacifico. Si gioca una Pro-Am atipica, che a causa dell’emergenza sanitaria non viene giocata in compagnia delle celebrità come d’uso, è quindi una normale...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/350: DUSTIN JOHNSON CONFERMA LA SUA LEADERSHIP MONDIALE AL SAUDI INTERNATIONAL

Azzurri nelle retrovie, 33esimo il vicentino Migliozzi


ARABIA SAUDITA - Questa settimana l’Eurotour ha messo in scena il Saudi International, al Royal Greens Golf and Country Club, a King Abdullah Economic City, in Arabia Saudita; ai tee di partenza, ci sono ben sette azzurri, che hanno l’opportunità di giocare con veri big: il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/349: IL TEXANO PATRICK REED FESTEGGIA ALL'INSURANCE FARMERS OPEN

Gran rimonta di un ritrovato Molinari: da 39° a decimo


LA JOLLA (USA) - Concluso l’American Express con l’ottavo posto in classifica, Francesco Molinari si trova ora impegnato nel Farmers Insurance Open, ancora in California, non più a La Quinta ma a La Jolla - San Diego, al Torrey Pines Golf Course che sorge sul posto dove...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Cibo e gadget di carnevale irregolari

VENEZIA, SEQUESTRO DI ARTICOLI NON SICURI IN UN MARKET

Ritirati 210 mila articoli non sicuri e 1.300 prodotti alimentari senza documentazione di origine


VENEZIA - La Guardia di Finanza di Venezia nel corso di 3 distinti interventi ha sequestrato circa 210.000 articoli non sicuri e 1.300 prodotti alimentari privi della documentazione di origine e tracciabilità.
Tra le merci sequestrate dal 2° Nucleo Operativo Metropolitano di Mestre vi era materiale di cancelleria, articoli per ferramenta, maschere e gadget di carnevale, snack e patatine, funghi secchi, e altri prodotti tipici della cucina asiatica.
Gli articoli sequestrati, posti sugli scaffali e pronti per la vendita, sono stati rinvenuti presso negozi di Mestre e Marcon gestiti da imprenditori stranieri e sono risultati carenti delle informazioni relative alla denominazione merceologica, all’identificazione dell’importatore, alla presenza di materiali o sostanze pericolose o nocive nonché della necessaria documentazione di origine a fini igienico-sanitari.
Al termine delle attività ispettive, i titolari delle imprese sottoposte a controllo sono stati segnalati alla Camera di Commercio di Venezia ed al Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali per l’irrogazione delle relative sanzioni amministrative che, per le irregolarità rilevate dai finanzieri, possono superare anche i 50.000 euro.


Galleria fotograficaGalleria fotografica