Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE GI GOLF/354: VA A DECHAMBEAU IL TORNEO DEDICATO AD ARNOLD PALMER

Molinarii, vincitore nel 2019, non supera il taglio


FLORIDA (USA) - Continua la corsa in Florida del PGA Tour. Il torneo in atto a Orlando, è l’Arnold Palmer a invito, in cui il nostro Francesco Molinari è il protagonista, tra i più prestigiosi. Una gara che l’azzurro ha già vinto nel 2019, dopo una hole in...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/353: UOMINI & DONNE, SETTIMANA DI GRANDI TORNEI

Si sono giocati Wgc e PortoRico Open e Gainbridge Lpga


STATI UNITI - Questa settimana il PGA si sdoppia, mette in campo il World Golf Championships a Bradenton in Florida, e il Puerto Rico Open a Rio Grande in Porto Rico. Oltre a questi due, ad attrarre l’attenzione c’è il secondo evento stagionale del massimo circuito americano...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/352: FINALE A SORPRESA AL GENESIS, HOMA VINCE AL SUPPLEMENTARE

Il beniamino di casa supera all''ultimo giro Burns, sempre in testa


LOS ANGELES (USA) - Era alla 95esima edizione questo torneo del PGA Tour, a cui hanno partecipato ben otto tra i migliori dieci giocatori al mondo. Si è disputato al Riviera Country Club, nel Temescal Gateway Park, situato entro i confini della città di Los Angeles; un territorio...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il sindaco e il presidente del Consiglio comunale l'hanno consegnata al comandante

LA CITTADINANZA ONORARIA DI VITTORIO VENETO AI CARABINIERI

L'onorificenza al Comando interregionale che porta il nome della cittā


VITTORIO VENETO - Cittadinanza Onoraria di Vittorio Veneto al Comando Interregionale Carabinieri che ha sede a Padova e che porta il nome della città trevigiana. A riceverla, nella cerimonia tenutasi oggi, dalle mani del sindaco Antonio Miatto e del presidente del Consiglio Comunale Paolo Santantonio, il generale di Corpo d’Armata Enzo Bernardini, ai cui ordini la grande unità attualmente opera, accompagnato dal generale di Divisione Fabrizio Parrulli, Comandante della Legione Carabinieri "Veneto".
Alla cerimonia sono intervenuti anche la Prefetto di Treviso Maria Rosaria Laganà e l’eurodeputato Gianantonio Da Re, oltre a numerosi ufficiali dell’Arma e rappresentanti dell’aAmministrazione comunale.
Il Comando Interregionale Carabinieri "Vittorio Veneto" ha giurisdizione, oltre che sulla nostra regione, anche su Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna ed è uno dei cinque operanti sul territorio nazionale.
Il sindaco Antonio Miatto ha voluto ricordare «il lungo legame che unisce la città di Vittorio Veneto all’Arma dei Carabinieri e che la cerimonia di oggi contribuisce a rinsaldare. Tutti noi – ha aggiunto - dobbiamo tributare un doveroso ringraziamento all’Arma per il suo quotidiano impegno a favore dei cittadini e per ciò che essa rappresenta».
Il generale Bernardini si è detto «molto onorato del conferimento perché quando il comando interregionale venne costituito, esattamente trent’anni fa, per amministrare i reparti dell’Arma che operavano nel Nord-Est, la scelta fu di dare come denominazione “Vittorio Veneto” per sottolineare l’importanza del contributo offerto da questa città alla storia nazionale, testimoniato dalle medaglie appuntate al suo gonfalone. Per un comando interregionale intitolato a “Vittorio Veneto”, ricevere la cittadinanza di Vittorio Veneto è veramente un ulteriore sprone. Mi permetto quindi di rivolgere il mio “grazie” al Sindaco, al Presidente del Consiglio Comunale, alla Giunta e ai Consiglieri tutti, per averci voluto essere così vicini. Voglio ringraziare anche gli uomini della Compagnia di Vittorio Veneto e dei comandi che insistono su questo territorio, perché hanno saputo portare avanti quella che è la nostra linea storica ormai da 207 anni e cioè essere vicini alle persone intercettandone i bisogni. Quale premio - ha concluso Bernardini - migliore della cittadinanza onoraria ci può essere per tutto questo? Uno solo: il sorriso che i cittadini ci rivolgono quando ci incontrano e che scalda il cuore durante le notti di pattuglia e quando si fanno interventi a volte rischiosi».

Galleria fotograficaGalleria fotografica